Ambra Lo Faro & The Stone Monkeys... li abbiamo ascoltati e intervistati

Ambra Lo Faro la troveremo con i suoi Stone Monkeys  nella serata di Trevozzo Val Tidone, all’interno del Val Tidone Festival proprio questa sera, 29 giugno alle 21.15.
Incantevole voce e polistrumentista professionista, ha iniziato insieme ad Alessandro Abbatiello questa nuova avventura con gli Stone Monkeys radunando attorno a sé altri musicisti tutti provenienti dal Conservatorio di Piacenza.

Ambra, dopo i “Late Night Quartet” ecco gli Stone Monkeys, come mai?
Il nuovo gruppo no esisterebbe se non ci fosse l’esperienza dei Late Night. Oltre al fatto che uno dei componenti, Marcello Ferrai al basso, proviene proprio da quel gruppo, l’intento era di creare un gruppo con una personalità più fusion con un più marcato mix di Jazz e funk.

Questa necessità da dove viene?
Quando un gruppo si presenta come “gruppo Jazz” suscita attorno a sé, se il contesto non è puramente legato a questa musica, un po’ di distacco, viene visto con “venerata preoccupazione” quasi con timore. Dare una nuova veste a questa musica, rende l’approccio più semplice anche se… si continua a fare Jazz. Ti racconto un piccolo aneddoto che più spiegare meglio: una volta ad un concerto abbiamo ascoltato questo commento “guarda questi qua che furbi, ci stanno suonando del jazz senza che noi ce ne rendiamo conto”. E’ proprio questo lo spirito del gruppo.

Video: Quando - Pino Daniele

Il vostro repertorio cosa prevede?
Per ora stiamo rivisitando in chiave jazz-funk tanti brani di grandi artisti da Michael Jackson a Ray Charles oppure Aretha Franklin o James Brown, senza disdegnare autori italiani a cui siamo molto legati come Pino Daniele, portando le persone ad un incontro “facile” con queste canzoni, ma al tempo stesso cercando di dare un’impronta jazz che ci caratterizza ed è nel nostro DNA.

Nel vostro DNA perché tutti i componenti del gruppo provengono da quel panorama musicale.
Il nostro percorso è quello. Intanto che ci siamo te li presento.
Gli Stone Monkeys sono:
Alessandro Abbatiello al pianoforte e al Fender Rodhes. E’ stato il primo col quale ho cominciato a discutere di questo nuovo progetto.
Marco Devito alla chitarra
Lorenzo Crespi alla batteria
Marcello Ferrari al basso
Tutti provenienti dal conservatorio con formazione classica e Jazz

E poi ci sei tu?
Si cercando di mettere a disposizione del gruppo le mie competenze musicali, e di esperienza in vari gruppi ma anche un nuovo approccio musicale che uno dei miei strumenti, il violino elettrico, ci offre. (N.D.R.: Ambra è diplomata in violino, ha seguito il corso di piano con Gino Marcelli del Milestone, suona la chitarra)

Sviluppi futuri del progetto?
Adesso cerchiamo di affinarci e consolidare questo repertorio, non nego che vorremmo sviluppare brani nostri per creare un repertorio che comprenda brani inediti.