Anche a settembre "Giardini di note", ecco tutte le serate!

Non si si fermano con agosto i martedì della “Luppo” ai Giardini Merluzzo che come ormai saprete prendono il nome di “Giardini di note”. Un settembre che si prospetta molto soft nella prima parte e con un’accelerazione rock nella seconda parte. Di seguito vi presentiamo tutte le serate.

Una prima parte tra swing e soul

Il primo appuntamento è già dietro l’angolo, infatti mancano poco più di 24 ore e sarà il momento del Duo Swinglady. Il genere, lo abbiamo già capito dal nome, la composizione invece è giusto specificarla: stiamo parliamo dell’abbinata Manina Syoufi alla voce e Fabrizio Trullo al piano. A loro si aggiungerà la special guest di Marco Brioschi con la sua tromba. Un repertorio che toccherà il blues passando anche attraverso Edit Piaf e Yves Montand.

Manina Syoufi voce degli Swinglady

Si riparte una settimana dopo, come sempre alle ore 20, con un altro duo. Una coppia che ormai a Piacenza è molto conosciuta perché il conto dei loro live si è perso, stiamo parlando del Betty Palumbo Acoustic Sound. Una serata che prosegue sul filone della prima ma con al centro la voce di Betty Palumbo e la chitarra di Marcello Bianchi.

Con gli ultimi due live, si accelera!

Ancora sottofondo blues per la serata di martedì 18 settembre con le “The Blues Jackets”. Loro sono Claudia e Marvy, già di passaggio qualche tempo fa in Luppoleria (ma quella volta all’interno), che già anticiperanno quella che sarà l’ultima serata, infatti oltre ai suoni soul che hanno accompagnato i martedì recedenti di Giardini di note, arriveranno quelli provenienti da dove parte del rock è arrivato, la roots music ed il country.

The Blues Jackets

Come anticipato all’inizio il veleno è nella coda, nel senso che la botta pop rock di questo settembre arriva proprio nell’ultimo appuntamento. Parliamo degli In case of fire, band di cui abbiamo già sentito parlare grazie al loro live al Kill Beer e per il primo posto all’ultimo Bascher Contest, e composto da: Cezara Potlog, Marco Maccagni, Damiano Sprega, Riccardo Aguiari. Da loro ci aspettiamo una lunga serie di cover molto fresche con svariati inserimenti elettronici.