Artie e pensieri ancora con Orzorock: venerdì arriva Eclissi di fiume

Il Po ricorda è una manifestazione che abbiamo imparato a conoscere negli anni e che è ritornata anche questa estate, e venerdì sera rinnoverà la sua serata più musicale, quella in collaborazione con Orzorock Music e che per questo 2018 prende il nome di Eclissi di fiume.

Quest’anno il posto dove si svolge la serata insieme ad Orzorock Music è diverso, infatti lo troveremo sulla strada dell’Aguzzafame, ma diverso non è sicuramente il promotore di questa occasione, ossia l’associazione Arti e pensieri, che da sempre mette il Po al centro dell’attenzione.

Monster 2017

Tra fotografia e live

Un evento che vedrà una lunga parte iniziale dedicata alla fotografia. Già dalle 17.30 infatti partirà la mostra dal titolo "Di là dal fiume e tra gli alberi - Sguardi sul paesaggio del Po” con le foto di Andrea Pasquali e Daniele Zucca, e poi prenderà vita un laboratorio fotografico per bambini.

Sarà dalle 19 che entrerà in scena la parte musicale, prima con un dj che conosciamo bene, dj La noche, e poi con due momenti live, entrambi in versione acustica.

Si parla in entrambi i casi di “duo acustico” ed il primo sarà Brau, incentrato su una proposta cover che solo qualche giorno fa si è esibito nel Cortiletto della Coop, ed il secondo invece è una formazione (in versione ristretta per questa occasione) che di solito troviamo in situazioni molto meno acustiche, e stiamo parlando dei Delates.
Ah, ci stavamo dimenticando che dopo questi live ci sarà anche una “sorpresa musica lunare”. Vedremo venerdì sera di cosa si tratta.

Delates a Spazio2

La serata non finisce qua, infatti ci saranno ancora due momenti.
Il primo, attorno alle 23.45, è la “Pedalata licantropa”, una gita a piedi o in bici sulla foce del Trebbia (munitevi di torcia! Ndr). E poi l’osservazione del cielo, dal saliceto bianco, con telescopio accompagnata da serenata rock alla luna.

Thanks to

Ricordiamo come è giusto, che la manifestazione è possibile grazie alla collaborazione instaurata da Arti e pensieri con il Comune di Piacenza e l’Ente di gestione per i parchi e la biodiversità Emilia occidentale, e grazie al sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano ed il patrocinio del Via Francigena Collective Project 2018.