Buttiga Beer Party | Live, djset e una chiusura Punk(reas!)

E siamo ad otto!
La Buttiga, uno dei birrifici più conosciuti della provincia arriva al suo ottavo compleanno e come ormai da tradizione lo festeggia con 3 giorni di party tra tanta birra (eh vabbè, fino a lì…), food truck, olympic beer games, e tanta musica.

Eh già, perché anche per questa edizione di Buttiga Beer Party, che parte oggi e arriva fino a domenica sera, ogni giorno sarà coperto da tanta musica con una grande chicca finale.

Tre giorni tra live e dj set

Allo start manca davvero poco perché si parte oggi alle 18 e con la formula che, allargata per la domenica, seguirà tutta la festa: djset e poi live.
Oggi ad aprire le danze ci sarà la consolle di Riccardo Covelli, in versione “Tua madre lo diceva” ossia quella che troviamo negli eventi di Porpaganda1984, e poi il primo live della tre giorni. Stiamo parlando dei Woddafolk, duo formato da Gianluca Gennari e Mauro Bernabovi, che ha l’obiettivo di far saltare tutta Motta Vecchia passando dal folk fino al rock anni ’60.

Woddafolk

Secondo giorno che parte con il secondo djset del Buttiga Beer Party, stavolta quello di Don Franco, che anticipa il live di Bryan Kazzaniga. Una vita da leggenda del rock ma da questo lato dell’Oceano che anche se viene dalla Brianza, cavalca quei suoni che dagli anni ’50 ad oggi continuano ad essere il centro della musica mondiale.

Il terzo giorno è quello della grande sorpresa finale (come secondo le scritture, nostre, sopra) ma che prima seguono il solito copione.
L’apertura festa è ancora nella mani di Riccardo Covelli ma stavolta in versione Ric.Hi ma invece il prosieguo (si, siamo andati su google a vedere come si scrive) è un cambio di rotta sonoro rispetto agli altri giorni. Con i Lawiers Beaters infatti arriva un deciso cambio di rotta in versione piacentina verso il punk rock, una virata che ci porterà ai… ai… ai Punkreas!

Punkreas

Surprise!

Eh già, la grande sorpresa di questo ottavo Buttiga Beer Party sono loro, i Punkreas, uno degli emblemi del punkrock italiano. Sono partiti oltre 30 anni fa, nel 1988, e da allora hanno inanellato 11 album in studio che nonostante alcuni significativi cambiamenti durante il percorso, non hanno intaccato un’indole ribelle in cui in tanti si sono riconosciuti.

Ah, questo live non nasce a caso, ma dalla collaborazione della band con La Buttiga e la Brewberry, che ha dato vita ad un nuovo prodotto da assaggiare, è la nuova birra che non poteva che prendere il nome di Aca Toro.