Due serate di fisarmoniche per Up-To-Penice

La rassegna Up-To-Penice, frutto dell’unione delle forze tra l’Associazione Culturale Tetracordo di Stradella e numerose municipalità della provincia di Pavia, guidata da Livio Bollani, torna per una due giorni al confine della nostra provincia con due serate in cui al centro troveremo il suono della fisarmonica.

Riprendendo le parole del comunicato stampa, si comincerà sabato 26 agosto alle ore 21.15 dal Cantinone Medievale di Pietra de' Giorgi con il recital di uno tra i più talentuosi fisarmonicisti emergenti a livello internazionale, il brasiliano Gustavo Almeida.

Già allievo del maestro Spaccarotella, Gustavo ha recentemente vinto la 69ma Coppa Mondiale e il Concorso Internazionale di Fisarmonica di Castelfidardo nella categoria "Junior Virtuoso Entertainment". Si è inoltre classificato terzo al 66mo Trophée Mondial de l'Accordion. Per lui un linguaggio musicale, complesso ma nello stesso tempo di facile fruibilità, è influenzato da Forró, Gaúcho, Sertanejo, Jazz, Bossa Nova e altri stili musicali.

Il giorno dopo, domenica 27 agosto, alle ore 17.00 tradizionale appuntamento sotto il monte Penice, alla Tenuta Penicina di Romagnese, organizzato in collaborazione con la Fondazione Adolescere.Protagonista del concerto di quest’anno sarà il "Diatonic Accordion Duo" di Alessandro Gaudio e Paolo Vertullo.

Alessandro Gaudio

Alessandro Gaudio è un artista che, a dispetto della giovane età, rappresenta già uno dei punti di riferimento tra coloro che svolgono attività di promozione e ricerca sulla fisarmonica diatonica in Italia. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti e vittorie in concorsi nazionali ed internazionali, laureandosi per ben due volte campione mondiale di fisarmonica diatonica. Si è esibito in tutta Italia e in vari paesi europei ottenendo unanimi consensi di pubblico e critica.

Docente della classe sperimentale di fisarmonica diatonica a Vallo della Lucania, sede distaccata del Conservatorio di Salerno, ha al suo attivo diversi passaggi televisivi, anche per trasmissioni RAI. Ha collaborato attivamente con il Festival di Castelfidardo, facendo parte delle giurie internazionali dell'omonimo concorso e supportando iniziative che hanno fatto registrare seguito di giovani e nuove generazioni artistiche. Sta ultimando il suo ultimo prodotto discografico, dove raccoglie una progettualità di ricerca di suono del sud italiano e non solo.