Edoardo Cerea e Davide Cignatta: turnée in Uruguay

Nasce da lontano, anzi potremmo dire da “lontano lontano”, e  può essere considerato il coronamento di un sogno, la turnée che Edoardo Cerea e Davide Cignatta stanno per affrontare. Partiranno venerdì 6 ottobre e si esibiranno a Montevideo e San Josè de Mayo, in Uruguay, nell’ambito del festival internazionale FIDAE (Festival internacional de artes escenicas).

E’ il coronamento di un sogno perché, lo ricordiamo, in Uruguay Luigi Tenco, è un vero mito (la sua fama è iniziata quando una sua canzone è diventata la sigla della telenovela più seguita in Uruguay)  e poter portare proprio qui uno spettacolo che ha preso avvio ben 25 anni fa, su di lui e sulle sue canzoni, nell'anniversario del 50° anniversario della morte, è davvero un riconoscimento molto forte.

Edoardo Cerea ne è stato il padre e ideatore, e, come lui stesso racconta, “Nacque tutto quando, Marco Peroni, amico, musicista, e produttore dei miei primi due album, mi fece ascoltare per la prima volta Lontano lontano. Fu folgorazione immediata e innamoramento totale per quei testi che hanno rappresentato un punto di rottura con gli abituali clichè della musica popolare. Testi che parlano di impegno, di rapporti di coppia, di lavoro.

Il concerto-spettacolo, 18 canzoni e 7 letture, è stato visto e rivisto in questi anni.

25 anni fa, prima di tutto” continua a raccontare Cerea, “ho coinvolto proprio Davide Cignatta. Abbiamo preso le canzoni di Tenco, e, al contrario della usuale attitudine di vestirle in forma jazz, cosa che toglieva spazio alle parole per dare importanza più al lato musicale abbiamo cercato di fare un’altra operazione

abbiamo rimesso al centro le parole stesse” spiega Davide Cignatta, “sottraendo accordi, scarnificando il più possibile la parte musicale perché i testi, così pieni di significato, prendessero il sopravvento. E’ stato un percorso se vogliamo, trasgressivo perché, per la prima volta gli strumenti usati erano due chitarre elettriche che hanno rafforzato e reso più evidenti le parole.

Video: come mi vedono gli altri, omaggio a Tenco (Cerea-Cignatta)

 

Sempre Cerea: “abbiamo portato in turnée questo format finché un produttore non ci ha sentiti a Torino e, entusiasta, ci ha messo a disposizione una struttura che ha fatto crescere il format fino allo stato attuale che è prodotto da Assemblea Teatro e vede la partecipazione, oltre al sottoscritto in veste di cantante e musicista, anche di Davide Cignatta alla chitarra e mandolino, di Salvatore Chilemi all’accordeon, e di Gisella Bein alla voce narrante.

Buon viaggio allora ai nostri due musicisti, e, che questo loro volare dall’altra parte del mondo, sia buon di buon auspicio perché, questo spettacolo, possa essere rappresentato anche qui a Piacenza. Noi, per le sue caratteristiche sceniche lo vedremmo bene dentro a quel piccolo bijou del Teatro dei Filodrammatici e, chissà che proprio lì non venga rappresentato