Flidge e The Strikes domani all'Ariston per il Fiat Music

La musica giovane, anzi giovanissima, e piacentina, si sta facendo strada ben oltre i nostri confini. Questa settimana a riprova di ciò, ci sarà un evento molto importante nell’ambito della musica emergente, con un personaggio che già da anni invece è già molto conosciuto in questo panorama.
Andando al sodo, l’evento è il Fiat Music e il suo “papà artistico” è Red Ronnie con il suo Roxy bar. Ma soprattutto, almeno per noi, al centro dell’attenzione ci sono due band piacentine, i Flidge e i The Strikes.

I due gruppi targati Pc, sono andati avanti nella competizione fino ad arrivare alle semifinali di domani, sperando di approdare alla finale del giorno dopo trasmessa anche dal Roxy Bar di Red Ronnie, in diretta. E se l’evento è importante, il presentatore e mentore della rassegna ancora di più, non poteva che essere speciale anche la location di questa due giorni: il teatro Ariston di Sanremo.

Per questa occasione speciale, solo 22 gruppi sono arrivati alle finali dopo essere stati selezionati in una serie di date nelle più importanti città italiane (oltre 450 gli artisti, fra band e solisti, che si sono proposti. Ndr), abbiamo scritto ai ragazzi per farci avere le ultimissime sensazioni prima di salire su quello che è sicuramente uno dei luoghi sacri della musica italiana.

The Strikes

Per i The Strikes ci ha risposto un amico di PMP, ossia Joe Croci, voce e chitarra della band: “C’è poco da dire, siamo partiti da lontano, infatti il primo provino è di molti mesi fa, e adesso speriamo di passare al giorno dopo, alla finalissima. Se siamo arrivati fino qua, vuol dire che siamo piaciuti e oggi siamo molto emozionati e contenti, anche perché porteremo un pezzo nostro!”.

Flidge al Collisioni

È stata invece la seconda voce e chitarra dei Flidge, Alessandro, a risponderci: “Per noi l’inizio del Fiat Music è stato al Collisioni di Barolo, abbiamo passato la selezione, suonato la sera stessa, e oggi siamo sicuramente siamo molto emozionati per tutto, specialmente per il calibro del palco. Non ci è mai capitato di suonare su un palcoscenico così importante. Da quando è arrivata la comunicazione da Fiat Music ci siamo trovati il più possibile per cercare di essere preparati al meglio e per fare bella figura”.