Gruppo Strumentale Ciampi: 50 anni di Settimana Organistica Internazionale. Concerto di apertura con anteprima mondiale

Il 2018 è un anno decisamente importante per la ricorrenze musicali piacentine. Dopo aver festeggiato i 50 anni del coro Montenero, proprio oggi si festeggiano i 10 lustri di un’altra prestigiosa manifestazione: la Settimana Organistica Internazionale.

Merito del Gruppo Strumentale Ciampi, che dalle ceneri delle  manifestazioni organistiche che la città iniziò ad ospitare nel lontano 1953, I Concerti d’Organo in S. Savino, dal 1968, assunse il timone dell’organizzazione e, da allora, non lo ha più abbandonato con continuità e sempre tenendo alto il livello artistico della manifestazione.

Proprio nel segno della continuità i festeggiamenti avranno inizio oggi proprio nel luogo della prima manifestazione: la chiesa di S. Savino in Piacenza.

Come asserisce Claudio Saltarelli, Presidente e Direttore artistico del Gruppo Ciampi, “In questi lunghi cinquant’anni abbiamo lottato con tante situazioni difficili, a volte anche alcuni mulini a vento hanno fatto la loro comparsa lungo il nostro percorso artistico, ma testardamente siamo arrivati a toccare il 50° anno di vita del festival e addirittura il 65° di impegno nei confronti dell’organo da quando, in quel lontano 1953, Giuseppe Zanaboni, già fondatore del Gruppo Ciampi, si inventò, ancora una volta all’ombra della Basilica di S. Savino, una manifestazione organistica in una città che, allora, era del tutto digiuna di tutto ciò che non fosse melodramma: una sfida di non poco conto, oggi praticamente un suicidio artistico. Grazie a questo folle intuito, in questi interminabili eppur velocissimi cinquant’anni credo che il Gruppo Ciampi abbia contribuito in modo determinante alla conoscenza musicale dei piacentini, anche in ambiti a ben poche città accessibili, divulgando davvero tantissimo”.

Questa sera quindi grandi festeggiamenti in un concerto che prevede la presentazione in anteprima mondiale di “Due Pezzi Sacri” scritti da Claudio Saltarelli e con musiche di Joe Schittino e Véra Nikitine.

Joe Schittino (1977) da Due Pezzi Sacri: Rapsodia Vespertina (un nuovo Regina Caeli) per solo, coro e orchestra
 1. A sera; 2. Richiamo vespertino; 3. Foglie di vita; 4. Orme di Vita; 5. Corale su un alito; 6. Alba nuova

Véra Nikitine (1983) da Due Pezzi Sacri: Missa Nova per cori e orchestra
 1. Un nuovo Kyrie; 2. Un nuovo Gloria; 3. Un nuovo Credo; 4. Un nuovo Sanctus-Benedictus; 5. Epiclesi; 6. Un nuovo Agnus Dei; 7. Preghiera universale; 8. Un nuovo Ite

Il concerto vedrà la partecipazione di
-  Coro Polifonico Farnesiano (diretto da Mario Pigazzini)
- Molinella Ocarina Group;
- Nadio Marenco  alla fisarmonica,
- Fabio Rinaudo alla cornamusa
- Wladimir Matesic  all’organo
-  Sachika Ito  - soprano
- Orchestra del Conservatorio Nicolini di Piacenza diretto da Camillo Mozzoni

 

Fabio Rinaudo
Fabio Rinaudo