Incó_ntemporanea: un pianoforte al centro della 2 giorni in Sala Verdi

Venerdì 9 e sabato 10 altri due importanti eventi di livello per il festival di Incó-ntemporanea arrivano nella sala Verdi della Provincia, per tramutarla in una sala da concerto.

Questo sarà possibile grazie al lavoro dei ragazzi di Collettivo_21, fra i vincitori del bando “Giovani Progetti”, la collaborazione della Fondazione di Piacenza e Vigevano, il sostegno della Cooperativa San Martino e il patrocinio della Provincia di Piacenza.

Lo strumento che riempirà di suoni la Sala Verdi sarà il pianoforte che unirà come un immaginario fil rouge le esibizioni di entrambe le prossime due performance che vi andiamo a descrivere, e che entrambe perseguono l’obiettivo che Collettivo_21 si è posto dall’inizio, quello di mettere in mostra musica nuova ed emergente.

Venerdì 9 alle ore 21, cinque giovani pianisti eseguiranno altrettanti pezzi di compositori del nostro tempo. Il concerto è il culmine del percorso svolto dal 9 maggio al 6 giugno al Magazzino Musica di Milano, intitolato proprio “Incontri contemporanei”, in cui i musicisti hanno potuto lavorare sull’esecuzione dei pezzi, riflettendo sul rapporto tra il segno musicale e il suono, in un confronto aperto e proficuo con i compositori stessi.

Sabato 10 ore 21, al pianoforte siederà Umberto Petrin, grande nome del jazz, che presenterà in prima assoluta un nuovo progetto realizzato con Marco Domenichetti al piffero. Il repertorio popolare delle Quattro Province si legherà al jazz attraverso l’improvvisazione, in un percorso che cancellerà i confini che, almeno a prima vista, sembrano separare queste due dimensioni.

«Siamo molto entusiasti di questi due concerti» spiega Claudia Ferrari, direttore artistico del festival, «in una splendida sala potremo far luce su quanto la musica del nostro tempo abbia da dire al pubblico e sulla sua ricchezza, data proprio dall’eterogeneità delle strade percorribili». L’ingresso ai concerti è gratuito, ma i posti sono limitati a 100 per serata.

Il festival non finirà, infatti continuerà poi il 17 giugno con una serata in collaborazione con la rassegna Musiche Nuove a Piacenza con un incontro con il compositore statunitense Frederic Rzewski al Conservatorio Nicolini e un concerto monografico del collettivo_21 la sera stessa, a cui seguirà un live di Evan Parker con Lino Capra Vaccina e Walter Prati.