La mia notte è senza Luna: anche grande musica nello spettacolo di Kabukista

Già qualche tempo fa vi abbiamo parlato di Kabukista la compagnia che si spende in formazione, sperimentazione e ricerca nell’ambito teatrale e a cui spesso e volentieri si aggiungono i campi della musica e del canto, ed oggi torniamo su di loro perché è in arrivo un nuovo spettacolo dal titolo “La mia notte è senza Luna”. Allo spettacolo faranno da base musicale alcuni pezzi che vanno da Diamanda Galàs a Morrissey, dai Sigur Ros ai Tango With Lions.

Domenica 22 aprile al Teatro San Matteo a partire dalle 21, andrà in scena “La mia notte è senza LunaTre donne affacciate sull’abisso”, uno spettacolo che racconta le storie di Medea, Fedra e Clitenmestra, tre donne indomite e determinate, che - macchiandosi di crimini orrendi - respingono il mito patriarcale, e che rifiutano con furia di incarnare il femminile ruolo dell’angelo del focolare rivendicando, fino alle estreme conclusioni, la propria identità e il proprio destino.

Tre personaggi disturbanti che rifiutano di riconoscere la rappresentazione idealizzata dell’eroe greco che guardano da una prospettiva altra, che lo scopre invece meschino, egoista e violento.

Intorno a queste figure controverse si muove una serie di personaggi maschili che, ben lontani dalle narrazioni mitologiche, appaiono qui deboli e incapaci di confrontarsi con la complessa personalità delle loro antagoniste.

Il filo rosso è quello dipanato dalle Moire, incarnazioni del Destino e implacabili osservatrici delle miserie umane nel perenne “conflitto inconciliabile” della tragedia greca.

Il cast è formato da: Ilaria Di Ottavio, Giuseppe Flace, Flaminia Maradini, Sonia Pedrazzini, Davide Pellecchia, Tiziano Pezzati, Paola Prandini, Santa Sanchez; la regia è a cura di Silvia Zacchini; aiuto regia, luci e coordinamento: Francesco Ghezzi; trucco: Giulia Barani.