Le querce di Monte Sole: la Resistenza rivive nel pezzo di Colpani e Brianzi

Dopo le traduzioni in musica dello scorso anno di “Can’t Help Falling in Love”, e di “Love Me Tender” di Elvis Presley, e l’apertura a settembre della kermesse dei cantautori “OverTheMoontà”, torna alla carica il duo Alessandro Colpani - Francesco Brianzi.

Quest’anno, per la Festa della Liberazione 2017, esce la loro ultima creatura, un nuovo inedito: “Le Querce di Monte Sole” e il video relativo. 

Video: Le querce di Monte Sole

Colpani e Brianzi, scrivono e arrangiano la musica, sul testo della poesia omonima di Luciano Gherardi (1919-1999), ex-parroco bolognese, legato ai luoghi dell’eccidio di Marzabotto: la poesia è tuttora incastonata sul sacrario antistante ai resti della chiesa di San Martino di Monte Sole, teatro di una delle stragi naziste più efferate della storia.

Con questo brano Colpani e Brianzi partecipano alla sezione musicale del concorso nazionale “Accendi la Resistenza”, bandito da l’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” (ISTORETO), con sede a Torino.

Alessandro Colpani ci ha spiegato brevemente la natura di questo pezzo: “La canzone che ho sottoposto a Francesco, perché mi aiutasse ad esprimermi come ha saputo fare davvero al meglio, voleva tenere aperto quello che per un giorno è stato un ponte nel tempo che, pur con rispetto, intimamente, ha permesso a me e agli amici con cui ero a Monte Sole, di avvicinarci direttamente a un dolore che spesso è allontanato da mistificazioni, da parole d’ordine, da concetti meno tangibili, purtroppo difficili da capire, e quindi un dolore mai compreso fino infondo, mai risolto. Se il valore della vita che trapela dalle parole di Gherardi potesse toccare anche chi ascolterà la nostra canzone, sarebbe senza alcun dubbio una grande soddisfazione”.