Live ed intervista per Alberto Fortis, stasera al Melville

Grande ospite stasera al Melville di San Nicolò per la terza serata del Festival del Rock d’Autore, è la volta di Alberto Fortis. Dopo la preview con la presentazione di Soul Books, la prima serata dedicata ad una eccellenza piacentina qual è il mondo Orzorock e la presentazione del documentario di Francesco Paolo Paladino sul produttore Joe Boyd, stasera arriva l’artista più atteso della rassegna.

Per Alberto Fortis le presentazioni se non sono superflue, ci vanno molto vicino. La sua carriera, lunga oltre 35 anni (di cui aveva parlato anche a noi di PMP in una intervista di un paio di anni fa), parla di un artista che ha saputo attraversare tanti periodi musicali diversi con la stessa capacità di portare in giro la sua passione attraverso i pezzi che lo hanno reso famoso, parallelamente ad una produzione musicale che non si è mai fermata.

Un percorso musicale che lo vede attivo ben prima di quel 1979 quando arrivò la sua prima pubblicazione con l’album “Alberto Fortis” edito da Philips Records, l’artista piemontese ha proseguito poi la sua attività musicale fino all’ultima produzione targata Sony dal titolo “Do l’anima”, attraverso altri 17 album in studio. Una lunga carriera che verrà raccontata in una serata a metà tra live ed intervista, quest’ultima a cura di Emiliamo Raffo.