ValTidoneFestival:Alessandro Quarta (violino) Michele Di Toro (pianoforte) @ Palazzo Rota Pisoni (PC)

Data: 
Giovedì, 14 Settembre, 2017 - 21:00
“No Limits” è un progetto di improvvisazione musicale nato nel 2011 dall’incontro di due fuoriclasse delle sette note come il funambolico violinista Alessandro Quarta e il pianista Michele Di Toro. In "No Limits" i loro strumenti si avventurano nell’esplorazione di universi musicali apparentemente disparati: spunti melodici, ritmici, stilemi e forme eterogenee (materiale derivato da jazz, soul, pop, dalla chanson française e dalla canzone d’autore italiana, da bossanova e musica latina; e dal repertorio classico, barocco, dal romanticismo e dal novecento storico), sapientemente amalgamati e collegati dal fil rouge della loro improvvisazione, lasceranno affiorare quello che i musicisti definiscono il fattore principe del fare musica, in ogni luogo e tempo: l’espressione dell’emozione. 
Alessandro Quarta, classe 1976, ha studiato con Salvatore Accardo, Abraham Stern, Zinaida Gilels e Pavel Vernikov, ereditando dai suoi Maestri la più grande tradizione violinistica classica. E’ poi maturato alla luce delle sue molte incursioni in territorio blues, soul e pop, fino a diventare il musicista non convenzionale che conosciamo oggi. 
Le sue collaborazioni eccellenti comprendono alcuni dei più grandi artisti mondiali: Aretha Franklin, Ray Charles, James Brown, Tina Turner, Tom Jones, Lucio Dalla etc. 
Michele Di Toro si diploma con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale presso il Conservatorio di Pescara e consegue il Diploma d’Esecuzione all'unanimità presso L’Ecole Normale de Musique “Alfred Cortot” di Parigi. Prosegue gli studi richiesti dal pianismo “classico”, ma viene presto influenzato dai linguaggi musicali afroamericani che lo portano a frequentare i Civici Corsi di Jazz a Milano.
Ha suonato con vari artisti, tra cui Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Franco Cerri, Irio De Paula, Alain Caron, Barbara Casini, Tiziana Ghiglioni, Roberto Prosseda e l’Ensemble di archi e fiati dei Berliner. Ospite di varie rassegne e festival, tra cui Umbria Jazz, si è esibito nei teatri, negli auditorium e nei jazz-club di tutto il mondo, ha partecipato ad importanti trasmissioni televisive e radiofoniche, e dal 2012 è testimonial dell’UNICEF.