Duo Stringtrone

E-mail
Facebook

ANGELO CONTINI Strumentista e ricercatore “nato” con il trombone, strumento nel quale ha riconosciuto la propria voce artistica attivo nel campo del jazz e della musica sperimentale, vanta collaborazioni prestigiose.Giovanissimo negli anni 70 inizia a tenere concerti col trombettista Guido Mazzon e il percussionista Toni Rusconi, frequentando l’inquieto mondo della musica improvvisata .Con Mazzon e altri musicisti italiani e stranieri esegue l’opera “Dressoir” composta dall’olandese M. Mengelberg al Teatro Arsenale di Milano. Dopo vari altri concerti collabora al quartetto Lodati-Robbins entrando nella “Cooperativa Musica Creativa” mentre suona anche nel ‘Gruppo Contemporaneo” e incide I’ L.P. “Aspettando i dinosauri”. In vari teatri italiani esegue dal vivo le musiche del balletto ‘Dressoir” che la Compagnia di Danza Contemporanea di Milano. Irresistibilmente attratto dalla contaminazione artistica è protagonista di “contatti”, come lui stesso li definisce, fra musica e pittura collaborando con artisti direttamente nei loro studi. Lo scrittore Umberto Lucarelli lo vuole sempre alle presentazioni dei suoi libri e gli fa incidere le colonne sonore dei suoi films. Dal 1983 e per un decennio è primo trombone della Big-Band “The Swingers” di Cremona.Ha affinato una sensibilità particolare che lo ha condotto alla profonda conoscenza dello strumento e allo studio di tecniche alternative tipiche del repertorio contemporaneo.Respirazione circolare, multiphonics, esplorazione di ogni recondito angolo del proprio strumento ne fanno uno stilista efficace e raffinato. Esplora il rapporto con il silenzio in performance in solo e in gruppo, ma non disdegna collaborazioni solistiche e di sezione in ambiti più convenzionali.Tiene stage e master sulla tecniche alternative dello strumento e sulla musica improvvisata, ma è anche un esperto di dijeridoo.Da alcuni anni, in quartetto ed in duo, collabora con il contrabbassista milanese Giorgio Mancini, con il quale ha anche proposto l’abbinamento dell’esecuzione strumentale alla direzione di testi letterali scelti e letti da lui stesso e dallo stesso Mancini. Nel più recente incontro con Gianni Mimmo apre una collaborazione viva, un interplay interessante e quasi cameristico che è la cifra stessa di questo duo FABIO SACCONI ATTIVITA’: • All’intensa attività di studio affianca, da anni, il lavoro di insegnante privato di contrabbasso e di biomeccanica per musicisti. • Ha lavorato come session-men in sala di incisione. • Produce e scrive arrangiamenti per combo di Jazz • Ha suonato nel quartetto jazz di Simon Mariani • Dal 2002 suona nel masabo jazz trio di cui è uno dei fondatori e arrangiatori. • Dal 2003 collabora con MACROMUSICA (Associazione di promozione e ricerca musicale) per conto della quale lavora come arrangiatore/ compositore e partecipa attivamente a gruppi/progetti di ricerca. • Nel 2004 Partecipa alla stesura delle musiche per lo spettacolo di danzacontemporanea “ i screen” • collabora come consulente artistico con il " Teatro Gioco Vita" • Nel 2005 vince l' audizione ed entra a far parte dell' orchestra"Cherubini" diretta da Riccardo Muti con la quale ha l' oppurtunità di esibirsi nei teatri più importanti d' europa e con direttori come Barshai, Temirkanov, Marshall, Mazur. • Nel 2006 durante i concerti dell' orchestra Cherubini a Ravenna e a Ravello viene chiamato dal maestro Wayne Marshall a suonare alcuni brani solistici in trio con la cantante Kim Criswell. • Nel periodo che intercorre tra il 2005 e il 2008 si esibisce nei più importanti teatri d’ Europa sia nel repertorio sinfonico che in quello operistico tra i quali il teatro Mariinsky di S. Pietroburgo, il teatro Stanislaskij di Mosca, il Grosses Festspielehaus di Salisburgo, il Musikverein di Vienna. • Si esibisce con solisti di fama internazionale come Leonidas Kavakos, Alexander Lonquich e Vadim Repim. • Dal 2007 organizza corsi e laboratori di propedeutica musicale con Macromusica • È formatore presso l’ USR per il “ Progetto scuola “ • Partecipa al convegno internazionale “ Cantando si impara: la musica nella scuola di tutti “ • Nel 2008 partecipa come formatore al “ 28th ISME world conference “ • Si esibisce in concerti di improvvisazione contemporanea in spazi e gallerie d’ arte • nel 2009 e nel 2010 collabora in qualità di professore d’ orchestra con la Fondazione del Teatro Petruzzelli di Bari • nel 2010 inizia compone le musiche per il cortometraggio “ visione” Descrizione IL progetto è costituito da due musicisti Piacentini indirizzati nelle pratiche contemporanee. Il dialogo e il tessuto sonoro che ne deriva parte dallo sviluppo delle possibilità timbriche dei loro strumenti: il trombone tenore e il contrabbasso; la loro qualità armonica è complementare ed è ricondotta nelle forme al concretismo sonoro della tradizione della musica improvvisata europea ed americana della seconda metà del 900. Nel corso del concerto verranno eseguite composizioni originali ed improvvisazioni estemporanee

Photogallery

Non ci sono photogallery per questo contenuto