Per Crazy Sound nuovo studio di registrazione e 4 Open day: ce li presenta Paoli Cricchini

Crazy Sound ve l’avevamo presentata già qualche mese nel pieno delle loro attività invernali e oggi torniamo a parlarne perché sabato arriverà un momento molto importante per la scuola di musica di Podenzano: l’inaugurazione dello studio di registrazione all’interno del Palazzo della cultura.

Una giornata che segna un ulteriore passo avanti per Crazy Sound perché dimostra la loro capacità nel continuare a crescere e anche di legarsi ancora più saldamente al territorio. Per questo abbiamo chiamato il giovane Presidente Paolo Cricchini a qualche giorno dall’inaugurazione. Inaugurazione che si lega anche a 4 giorni di “Open day”, più una serata live.

Paolo, partiamo dallo studio di registrazione, un grosso passo avanti!

Per noi, ma credo un po’ per tutti quelli che sono nel mondo della musica, avere uno spazio dove poter registrare le proprie canzoni è un po’ un sogno. Da soli sarebbe stata una cosa molto difficile e quando il Comune ci ha detto che era interessato ad avere uno studio del genere all’interno del Palazzo della cultura, proprio al centro di Podenzano, e ci ha proposto questa collaborazione, per noi è stato come oro colato, non ci sembrava quasi vero. Senza il loro aiuto non sarebbe stato possibile tutto questo.

I tempi quali sono stati?

Tutto è iniziato già questo inverno con i primi contatti, fino ad arrivare alla concessione dello spazio con la consegna delle chiavi. Da lì abbiamo fatto fare un progetto da uno studio di Londra e poi i lavori sono cominciati. Come sempre un po’ c’è voluto perché quando entri in un posto nuovo perché c’è sempre da mettere a posto un po’ di cose per adeguarle alle diverse esigenze e poi perché i lavori che ha proposto lo studio hanno richiesto tempi tecnici. In effetti ad oggi ancora qualcosa c’è da sistemare, ma arriveremo pronti all’appuntamento e sicuramente per ottobre quando ripartiranno ufficialmente i corsi.

Paolo Cricchini

Per voi è anche un modo di alleggerire il “carico” di ragazzi che avete nella vostra sede?

Si perché adesso il numero di bambini che partecipano ai nostri corsi cominciava ad essere molto elevato, quest’anno avevamo circa 130 ragazzi da gestire in 4 sale e nel momento in cui si combinavano lezioni più acustiche con quelle più rumorose, in effetti era un po' un problema. In questo modo invece, oltre a dare un servizio nuovo e importantissimo, utilizzando la sala di registrazione come aula didattica nei momenti più vuoti, riusciamo a spostare circa un 30% dei corsi nel Palazzo della cultura, portando la anche gli strumenti più “pesanti”.

Oltre all’inaugurazione arrivano anche 4 giornate Open day corredate da un live nella prima giornata!

Esatto, il primo di questi giorni, sabato 1, finirà alla Fucina con un live degli insegnanti e anche dei ragazzi che vorranno salire sul palco. Poi saremo aperti per informazioni e per le iscrizioni anche il giorno dopo e poi sabato 8 e domenica 9. Un modo per portare i bambini nelle sale e fargli vedere, a chi ancora non ci conosce, dove siamo e cosa facciamo.

Con queste giornate parte una nuova stagione. Con quali obiettivi e novità?

Beh, gli obiettivi sono quelli che da sempre si è fissata Crazy Sound in questi 15 anni, ossia coinvolgere sempre più ragazzi nelle nostre attività. Quest’anno ovviamente si aggiunge quello di gestire e far funzionare al meglio il nuovo studio di registrazione. Per questo tra di noi ci sono già tante figure che hanno lavorato in una sala del genere e hanno tante competenze, però è comunque un’avventura tutta nuova per noi. Per le novità, abbiamo qualche progetto work in progress, sicuramente quella di cui possiamo già parlare è quella del Corso di rap. Adesso è un genere che va molto e a noi piaceva l’idea di dare anche questo tipo di proposta che inizialmente sarà sul cantato ma poi anche con una infarinatura sulla parte sonora. Per questo ci siamo affidati a Matteo “T-Flow” Zerbi che già da tanto tempo è sulla scena rap piacentina e ha tanta esperienza da passare ai ragazzi.