Videotime: Anatema ci presenta il "suo" Mayweather

 

Di Anatema ve ne avevamo parlato, intervistandolo in una delle serate dell’ultimo Tendenze, perché era riuscito a sfiorare la finale del Tecniche Perfette, oggi torniamo a parlare di lui con un Videotime perché è freschissimo il video del suo ultimo singolo da titolo “Mayweather”.

Il pezzo è estratto dalla compilation dell'Honiro Events Mixtape 2017, prodotto da PrezBeat, e da qualche ora è anche un video, girato da realizzato da PH Video. Anche stavolta Anatema è stato molto disponibile a spiegarci l’origine del brano e quello che sta attorno a questa produzione.

Il pezzo da dove arriva?

È un pezzo che ho guadagnato vincendo la Honiro Night Golden Edition 2017 al Barrios di Milano. La produzione è stata fatta ad hoc da PrezBeat (per me, sempre il meglio della città), il video è stato curato da PhVideo nonché Xfetto (un mio grande amico e un rapper fortissimo).

Spieghiamo il titolo, o meglio il nome, per chi non è avvezza alla boxe…

Si chiama Mayweather perché Floyd Mayweather è insieme ad Allen Iverson uno dei miei doli più grandi. Credo sia il pugile migliore che sia mai esistito, non ha mai perso un incontro e vive all’insegna del guadagnare soldi e vivere agli estremi di una ricchezza impensabile. Nonostante il grande impatto mediatico che ha guadagnato con l'ultimo incontro contro McGregor, non ho citato niente del caso per non cadere sul banale, non compaiono nemmeno le parole ring o incontro. Per me Floyd va oltre il pugilato. Nutro nei suoi confronti un’ammirazione davvero infinita.

Come detto non è un pezzo sulla boxe ma su un personaggio per creare un paragone, giusto?

Si, qui ho semplicemente usato il suo nome per far vedere che ci sono, che a fare Rap nel vero senso della parola sono davvero capace e ho tanto da dimostrare, soprattutto in una scena che il Rap lo sta dimenticando completamente. Se si parla di rap, sfido chiunque a buttarmi giù, senza paura. Ci ho messo tanto di me in queste barre. Io Apprezzo il cambiamento, il passaggio alla Trap, i balletti, l’autotune, però non fa per me. Io non vendo un personaggio, io presento me stesso attraverso la crudezza e la schiettezza dei miei testi e credo che grazie a "Mayweather" questa mia idea sia arrivata forte e chiara a tantissima gente e vedere che è il punto di forza del mio pezzo mi rende ancora più felice.

Ringraziamenti di rito?

Sicuramente ed infinitamente ai ragazzi di Honiro Label e Prez per l'opportunità e la professionalità dimostrata, Xfetto, a Lorenzo e Claudia per American Cars Piacenza e alla mia ragazza Francesca per avermi regalato un video clamoroso di cui vado FIERISSIMO. Oltre a loro, ovviamente un grazie a tutti i ragazzi e le ragazze che mi stanno facendo esplodere i social con storie e tag ovunque. Lo faccio principalmente per questo e sto ottenendo tanto da un pezzo da cui pretendevo tanto.