Barbieri Andrea

E-mail

1975-1978 studia organo al Conservatorio Nicolini di Piacenza, e contemporaneamente inizia lo studio autodidattico della chitarra. 1980 con Achille Sali (chitarra e voce), Massimo Braghè (basso) e Massimo Loi (batteria) fonda gli Steamrollers, band a cui per un breve periodo si aggiunsero alle tastiere prima Pierangelo Burgazzoli, poi Massimo Golzi. La band propone pezzi originali in concerti propri e partecipando a concorsi e rassegne musicali anche nazionali, arrivando in finale al Camel Rock Adventure nel 1985 con un concerto al Rolling Stone a Milano. Gli Steamrollers, rinominati Steams e con l’ inserimento (in tempi diversi) del tastierista Andrea Fiordaliso, del cantante Alberto Brizzolari e del batterista Tino Labò, restano attivi fino al 1995 come cover band in locali e discoteche. Dal 1997 al 1999 con la cantante Simona Zanini forma i Coast to Coast, un duo che propone covers pop-rock in versione acustica con una intensa attività live in locali di Piacenza, Parma, Cremona e Milano. Dalla fine del 1999 e fino al 2004 fa parte degli Head and Heart, con Giuseppe Cinel (voce) e Michele Campolunghi (chitarra). La band propone covers di brani country-rock in versione acustica, con una particolare attenzione alle armonie vocali. Dal 2000 entra a far parte della Jus Brothers Band, con Gianni Botti (sax) Enrico Montanari (tastiere) Claudio Borgoni (batteria) Francesco Santangelo (basso) Alfonso D’ Antuono (voce) e Giovanni Tonini (voce). La band è formata da liberi professionisti (non della musica….) e sceglie di avere una attività live poco frequente ma non per questo insignificante. Si esibisce prevalentemente in occasione di eventi di beneficenza o istituzionali. In collaborazione con la Famiglia Piasinteina, partecipa per diverse volte a rappresentazioni teatrali di commedie dialettali, suonando live in “Oh che ratassada”, componendo e registrando musica originale per “Vag e vegn” ed infine componendo musica originale, poi eseguita live, nel musical “Al cor ad Piaseinza” di Mario Peretti. Dal 2004 e fino al 2012 fa parte della J.C. Cinel Band, con Giuseppe Cinel (voce) Davide Dabusti (chitarra) Luca Balocco (basso) e Federico Delfini (batteria). La band esegue brani scritti da Giuseppe Cinel con una intensa attività live nel nord Italia e all’ estero. Nel 2010 con Massimo Braghè, Andrea Fiordaliso, Alberto Brizzolari e il batterista Alessandro Verzella, forma i Crushed, gruppo che costituisce il prologo per la riformazione, con il reinserimento dei batteristi Tino Labò e Massimo Loi nel 2011, degli Steams. Con Massimo Loi purtroppo gli Steams fanno un unico, indimenticabile concerto a Firenze nel novembre 2011, mentre nella attuale formazione, con Tino Labò ed il saxofonista Gianni Botti, a tutt’ oggi proseguono con la propria attività live. Nel 2011 si unisce ai Roots Swing Project, con Gianni Botti (sax) Denis Carlo Riva (chitarra e voce) Paolo Groppi (basso), Alberto Molinaroli (armonica) e Pawel Czaya (batteria), quest’ ultimo poi sostituito dal batterista Vittorio Solinas. La band propone classici del blues, composizioni di Riva e brani pop-rock reinterpretati in chiave blues-swing, con una discreta attività live.

Photogallery

Non ci sono photogallery per questo contenuto

Video del Musicista