Garlaschelli Luca

E-mail
Facebook

Frequenta Siena Jazz dal 1982 al 1984.
Inizia il corso di contrabbasso presso il Conservatorio G.Nicolini di Piacenza nell’Ottobre del ’84.
Nel frattempo inizia la carriera professionale insieme al pianista Piero Bassini con il quale comincia frequentare l’ambiente milanese.
Iniziano collaborazioni con Arrigo Cappelletti, Furio Romano, Carlo Bagnoli, Paolo Tomelleri, Umberto Petrin ed altri.
Nel Luglio del 1989 consegue il diploma di contrabbasso ed inizio la collaborazione con il baritono Leo Nucci con il quale si esibisce al Teatro dell’Opera di Roma, al Teatro Sistina, al Dante Alighieri al Conservatorio di Zagabria a Sabbioneta; nel frattempo collabora nell’ambito della musica popolare con Moni Ovadia lavorando al Petruzzelli di Bari, al Teatro dei Filodrammatici di Milano, al Mama’s Theather di New York ed al Festival Internazionale del Cinema a Venezia.
Per quello che riguarda il jazz ha collaborato con musicisti come Harold Land, Bruce Forman, Jimmy Cobb, Giulio Capiozzo, Tullio De Piscopo, Piero Bassini, Paolo Fresu, Tiziana Ghiglioni, Enrico Rava, Gaetano Liguori, Franco Cerri, Enrico Intra, Ettore Fioravanti, Antonello Salis, G.Luigi Trovesi ed altri.
Ha effettuato tour con Steve Turrè ( Agosto ’91), con Bruce Forman ( Ottobre ’92, Luglio ’93, Ottobre ’94, Luglio ’95, Novembre 98’), con Jimmy Owens ( Luglio ’96, Luglio ’98 ), con George Cables ( Febbraio ’99), Tony Scott ( Aprile ’98, Agosto ’99).
Nel Luglio del 1999 consegue il Diploma di Alto Perfezionamento di Musica Jazz presso il Conservatorio A. Boito di Parma.
Ha inciso con musicisti come Gianni, Coscia, Bruno De Filippi, Renato Sellani, Piero Bassini, Roberto Gatto, Ettore Fioravanti, Moni Ovadia, Janosh Husur, Vladimir Dennissenkov, Gaetano Liguori, Mario Arcari, Gabriele Mirabassi.
Ha effettuato concerti a Cuba, in Germania, in Svizzera, in Francia, negli Stati Uniti, in Polonia, in Jugoslavia ed in Libano.
Nel ’98 fonda la Musikorchestra ,quartetto formato da: Luca Garlaschelli al contrabbasso e/o al bassetto ( un violoncello accordato a quarte ), Enzo Rocco alla chitarra acustica, Renata “Tatoo” Vinci al clarinetto, clarinetto basso, sax soprano, Ferdinando Faraò alle percussioni.
Il repertorio proposto va dalla musica Klezmer alla habanera, dal jazz alla bossa nova, dal tango alla musica popolare romena.
In particolare “Moni Waltz” dedicato da Garlaschelli a Moni Ovadia è diventato il motivo conduttore dell’ultimo spettacolo teatrale firmato da Ovadia.
Nell’estate del ’99 è uscito per le edizioni discografiche Audiar il cd “Dont’ forget…..” della Musikorchestra in cui partecipano come ospiti Moni Ovadia, Tiziana Ghiglioni e Vladimir Denissenkov.
Nel 2000 la Musikorchestra partecipa al cd prodotto da Audiar “Escuela de Oficios” musicando la celebre poesia cubana “La Muralla” insieme a musicisti cubani.
Nell’estate del 2001 esce il cd “The suond of dream” che è stato presentato a Cannes, Lugano, Bergamo, Piacenza, Arcore, Cassano D’Adda.
Nel 2002 partecipa all’allestimento del “Violinista sul tetto” diretto da Moni Ovadia e nel 2003 all’allestimento dell’”Armata Cavallo” sempre di Ovadia.
Nel frattempo incide con il trio di Gaetano Liguori in cd “Il Comandante” presentato al salone dell’Unesco a Beirut per i 20 anni dalla strage di Sabra e Chatila.
Nel 2004 esce il terzo cd della Musikorchestra intitolato “Salam Alaykum” che riscuote un ottimo successo di critica.
Nel 2005 e 2006 partecipa a due spettacoli teatrali con con Moni Ovadia : “Ez is Amerike!” e “Le storie del Signor Koiner” .
Continua la sua attività concertistica nel campo della musica jazz a fianco di solisti come Franco Cerri, Gianni Basso, Gaetano Liguori, Jimmy Owens, Tilmann Denhard.
Nel marzo del 2007 esce il cd-dvd “Mai tardi” con la Musikorchestra.
Continua l’attività di insegnante di Orchestra Jazz presso il Crams di Lecco.
Nell’Aprile del 2007 si laurea in contrabbasso solista presso il Conservatorio G.Nicolini di Piacenza con 102/110.
Nell’ottobre del 2009 si laurea in contrabbasso jazz presso il Conservatorio G. Verdi di Milano con 106/110.
Nel 2010 incide con la Musikorchestra “Mingus in String” arrangiando per quintetto d’archi alcune composizioni di C.Mingus. Per questo lavoro viene segnalato nel Top Jazz indetto dalla rivista Musica Jazz come uno dei migliori contrabbassisti e arrangiatori dell’anno.

 

Photogallery

Non ci sono photogallery per questo contenuto