Caduta dentro a un no | Mikeless e il nuovo pezzo firmato Barbara Garlaschelli

295
Mikeless - Caduta dentro a un no
Mikeless - Caduta dentro a un no

Il nuovo singolo di Mikeless arriva dalla raccolta di ballate della famosa scrittrice

Da pochi giorni uno degli artisti più estroversi di Piacenza è uscito con un nuovo brano, stiamo parlando di Mikeless e del suo Caduta dentro un no, che poi proprio tutto suo non è perché proviene da una ballata di Barbara Garlaschelli.

Ne abbiamo approfittato subito per sentire Mikeless, che tra l’altro era anche troppo che non lo sentivamo (compresi i suoi live improvvisati sotto i portici. Ndr), per dirci qualcosa su questo pezzo e anche sulla collaborazione con la scrittrice.

Ovviamente partiamo da questo “feat” con Barbara Garlaschelli!

Nasce tempo fa quando fui chiamato ad una sua reading per dare un sottofondo musicale. Da lì è nata una grande amicizia che ci ha portato a collaborare anche nel sua raccolta di 120 ballate messe in musica, che potete trovare su Spotify e che portano anche loro il titolo di Caduta dentro un no, perché è dal libro omonimo da cui sono state prese. Anche sul libro che raccoglie tutte queste ballate, si trova il Qr Code dove si possono andare ad ascoltare su Spotify le 20 scelte per essere “musicate”. Una scrittrice davvero bravissima e una donna molto forte.

Come nasce l’idea di scegliere una di queste ballate e darle una nuova versione musicale?

Durante la quarantena eravamo tutti super produttivi e anche il sottoscritto, di conseguenza un giorno mentre suonavo un reef, mi è andato l’occhio sul libro e sulla prima ballata che è Caduta dentro a un no. Ho cominciato a canticchiarla, cambiando solo un po’ la metrica per adattarla alla musica, gliel’ho fatta sentire e mi ha subito detto “facciamolo”, decidendo di produrlo, compreso il video che è già su YouTube firmato da Niccolò Savinelli.

Un lavoro ovviamente tutto home made per forza di cose, giusto?

Si, l’ho registrato in casa con il mio Mac e con le mie chitarre, poi l’ho mandato a Pietro Beltrami che lo ha messo un po’ a posto con un sint e un pianoforte e poi spedito all’Elfo dove Alberto Callegari ha fatto un grande lavoro. Un lavoro che sottolineo è stato fatto gratis perché, come aveva annunciato, in epoca di quarantena avrebbe lavorato “free” per chi gli avesse mandato delle cose. Il tutto è uscito con Level49.

Cantare al femminile ti è uscito subito naturale?

Si perché in realtà la storia di quella ballata è molto intensa. Si tratta del viaggio di una artista, Pippa Bacca, che vestita da sposa stava facendo il giro di 23 Stati dove erano presenti conflitti armati. Purtroppo il suo viaggio non è arrivato al termine perché è stata uccisa. Quando Barbara mi ha spiegato il significato di questa ballata, ho voluto tenere tutto il più possibile com’era, e poi, in fondo, portarla al maschile sarebbe stato anche irrispettoso.

Mikeless
Mikeless

Come l’ha interpreta questa caduta?

Io la leggo anche nell’incidente che da giovane ha avuto Barbara e che l’ha resa tetraplegica. La sensazione che hai mentre stai cadendo che ti porta a vedere che tutto attorno a te sta cambiando. Una situazione emozionale diversa da tutte.

Sulla produzione tutta home made, può essere un modo di lavorare sempre più presente anche per gli artisti?

Diciamo che come in questo caso, quando conosci da tanti anni le persone con cui collabori, sai già come deve essere fatto un lavoro e allora è tutto più facile e perciò per lavori solo “on line” potrebbe anche andare bene, ma per il resto no. Io non riesco ad immaginarmi una musica senza la parte umana, sia in studio, ma anche per i live o per strada. Poi devo dire che per la prima volta sono soddisfatto al 98% del risultato anche se in studio non ci sono stato, perché era proprio quello che volevo, però devo dire che questo è il frutto del fatto che a casa non c’era quella pressione e quella fretta che invece c’è di solito.

A te, che sei spessissimo presente in giro per Piacenza a suonare, quanto ti manca il suonare in mezzo alla gente?

Tantissimo. Molto spesso era la mia medicina. Anche quando non ne ho voglia, io prendo la chitarra e vado perché qualcosa succede sempre. Magari qualcuno che ti lascia giù qualche Euro in più o solo un sorriso che non ti aspetti.

Il nuovo singolo di Mikeless lo trovate cliccando sul titolo Una caduta dentro un no.