Contrad13tions | Nuovi volti e nuove voci che arrivano da appena oltrepassato il Po

815
Contrad13ctions Barca

Da poco fuori con il brano Incubi in lacrime, 5 giovani ragazzi arrivano sul nostro panorama musicale con una nuova band, i Contrad13tions

Era da un po’ che non parlavamo di nuovi arrivi sulla nostra scena ed ecco che invece dal niente (ma non del tutto e infatti leggerete poi un nome a noi ben noto. Ndr) ecco i Contrad13tions. Cinque ragazzi che arrivano da appena “di là da Po” e che ci portano una interessante novità.

Dalla nascita della band al primo singolo, ecco i Contrad13tions

Come già detto sopra, ormai non è da tutti i giorni trovarsi di fronte ad una nuova realtà musicale ma per fortuna ci sono ancora tanti ragazzi che invece usano proprio questo strumento per stare insieme e per condividere le proprie passioni e sensazioni.

Questo è il caso dei Contrad13ctions, 5 ragazzi che da poco hanno lanciato il loro primo singolo, “Incubi in lacrime, e che, data la loro età, ci propongono dei suoni molto attuali. Ma a raccontare di questa nuova band, non saremo noi, ma direttamente loro!

Intanto, dato che è la prima volta che ci parliamo, se ci fate una presentazione di come è nato il tutto?

Certo, allora: Xaos, intraprende studi di batteria dall’età di otto anni… durante gli studi a Cremona incontra il batterista e produttore Dafly, il quale aveva già collaborato e scritto nella Crew CClique. Insieme decidono di dare vita ai Contrad13tions, composto dalla cantautrice Gaby e la cantante Trice, entrambe conosciute nell’ambiente di studi a Cremona.

Incubi in lacrime - Contrad13tions
La copertina di Incubi in lacrime dei Contrad13tions. Clicca sull’immagine per ascoltare il loro primo singolo

Slake, chitarrista, è stato coinvolto nel progetto tramite Xaos perché avevano già avuto alcune esperienze di live e sessioni di registrazioni assieme, e questo li ha portati ad una collaborazione profonda nel progetto. Da poco al gruppo si è unito anche il violinista Demalde, anche lui conosciuto nell’ambiente di studi a Cremona.

Contrad13tions e Incubi in lacrime, sono le parole che abbiamo conosciuto su di voi. Ossia il vostro nome e il titolo del primo singolo. Così giovani e così pieni di dubbi? Speriamo proprio di no!

Per “noi” Contrad13tions, gli ultimi sono stati anni che hanno risvegliato una grande introspezione, e dubbi sulla società che ci circonda. Siamo convinti che analizzando noi stessi anche nei dubbi e nelle contraddizioni più profonde, si possa arrivare ad una comprensione più vera di ciò che l’arte vuole trasmettere.

Ma arriviamo al testo del brano che avete appena lanciato. Qua il tema è un po’ diverso andando dalla paura al desiderio: quando e come nasce questo testo?

Quello di “Incubi in lacrime” è un testo che nasce dalla narrazione di due cuori infranti, per due diversi motivi, su strade diverse, che sembrano rincontrarsi durante una melodia composta da Xaos. I loro incubi combaciano perfettamente trovando nella musica la loro terapia.

Una voce femminile molto bella e potente arriva nei ritornelli. Come mai avete deciso di usare l’inglese per questa parte di testo?

Io, in arte Gaby, ho optato per l’inglese nel testo perché mi sono sempre sentita più “comoda” e sicura, dato che da sempre scrivo in inglese. Inoltre ho voluto che i miei testi arrivassero a più persone possibili e l’inglese mi sembra la lingua più accessibile. Essendo rumena ma vivendo in Italia, sono stata divisa fra due mondi, così, senza fare differenze, posso essere compresa da tutti.

Contrad13tions Ragazze
In primo piano Gabry e Trice dei Contrad13tions

Una curiosità: il 13 in mezzo al vostro, è una scelta puramente stilistica oppure ha un significato?

Il “13” è stato proposto da me, Gaby, perché per me ha un significato inestimabile. Mi segue ovunque io vada, dato che sono nata il venerdì 13 alle 13:13, sento di avere una connessione importante con questo numero, che paradossalmente mi ha sempre portato fortuna. Volevo che facesse parte di questo progetto perché sento di fidarmi abbastanza delle persone con cui suono da poter condividere una parte così importante, come il 13, facendolo diventare una nostra firma.

Leggiamo che alle vostre spalle c’è Ricky Ferranti. Che ruolo ha avuto per voi come band e soprattutto per quanto riguarda il lato della produzione vera e propria dei vostri brani?

Ricky Ferranti, il papà di Xaos, ha sempre coinvolto il figlio nei propri progetti musicali, permettendogli di eseguire e interpretare parti di percussione e batteria all’interno dei progetti, fin da quando era molto piccolo. Questo ha permesso di stimolare un feeling fra i due, e quando Xaos, ha finalmente avuto un progetto suo fra le mani, non ha esitato a chiedere conferme e spunti a Ricky, sia per il lato postproduzione che il lato creativo e ideativo. Ricky Ferranti ha un ruolo di controllo, su queste contraddizioni, riesce a comprenderle e a condensarle attraverso la musica, dando spunti e arricchendo il brano stesso lasciando piena libertà di espressione a Contrad13tions.

Dopo questa “incubi in lacrime”, quali sono i prossimi passi?

Abbiamo molti brani che seguiranno “Incubi In Lacrime” e che daranno forma al progetto completo. Inoltre il 26 maggio avremo la possibilità di esibirci in diretta dagli studi di Cremona1 per raccontare e interpretare la nostra idea di musica. Il giorno stesso uscirà il prossimo singolo, interpretato dai membri Trice e Dafly. Vi invitiamo inoltre, a seguire costantemente le pagine social (Instagram, Facebook) per rimanere aggiornati su lle nostre future date e uscite!

Tutte le altre news sono alla HOME!

Summertime In Jazz