E’ punk-rock la Liberazione a Piacenza

57

Meno di mezz’ora al classico concerto piacentino di Piazza Cavalli per il 25 aprile. L’inizio è fissato attorno alle 18 e la fine invece un po’, (molto) più in là. Ma per saperlo l’unica possibilità sarà quella di esserci.

Saranno 3 live decisamente caratterizzati da un punk-rock anni ’90 che proprio non se la sente di morire nemmeno a metà del secondo decennio degli anni ‘2000. Di conseguenza saranno esibizioni veloci, energiche, profonde e allo steso tempi anche ironiche.

Tutti e 3 gruppi hanno in comune il portarsi dietri larghi strascichi della cultura musicale anni e anche stavolta ci aspettiamo che ci riportano proprio indietro in quegli anni.

In apertura troveremo i Bad Frog. Una band che loro stessi definiscono come “punk nostrano” e fondamentalmente…. sono così. Dal 2004, ma con radici più profonde, portano in giro una musica dritta, diretta, che tocca tanti argomenti, dicendo quello che pensano, senza girarci troppo attorno.

Poi i Bravi Tutti. Come già detto decine di volte, questi simpatici giovani piacentini, li conosciamo bene, molto bene e sappiamo che quando arriva il momento deil live, non tradiscono. Sono sempre uno spettacolo da vedere e da sentire. Ovviamente ci aspettiamo i pezzi dell’ultimo Trolley Road, qualcuno dei loro classiconi e magari qualche nuova anteprima ancora in costruzione.

Ultimi, ma ovviamente non per ultimi, gli Shandon. Un gruppo capace di diventare nel corso degli anni un modello di punk-rock capace di perpetrarsi nel tempo. Partiti per il loro progetto dell’ormai lontano 1994, si sono fermati 10 anni dopo per poi ripartire nel 2012 ed essere ancora tutt’ora sui palchi. Gli Shandon sono arrivati a pubblicare 7 album diventando un punto di riferimento per tanti ragazzi che ascoltano il loro genere. Una canzone su tutte che proprio non potete non conoscere? Viola.

Perciò per la Festa della Liberazione piacentina un’occasione da non perdere, fra produzioni del territorio e realtà ormai consolidate negli anni.