Load Rejection | Il rock del basso lodigiano è in buone mani, ecco Wake up man!

472

La zona della “bassa” da cui ci divide solo il Po, l’abbiamo conosciuta negli e oggi vi lanciamo questa proposta rock che viene da lì e da quelle radici, i Load Rejection

Una vocazione molto forte e molto rock è da sempre presente nella zona del lodigiano ed in particolare nel basso lodigiano, quello che meglio abbiamo conosciuto negli anni da piacentini quali siamo, sia per distanza, sia perché le incursioni da noi sono state sempre molto frequenti.

Oggi vi parliamo dei Load Rejection, nati nel 2018 e già ospiti di alcuni dei festival più importanti della bassa lodigiana e del piacentino come Link Festival, Tendenze Festival e LOW-L FEST.

Load Rejection
Load Rejection

Il loro primo singolo “WAKE UP MAN” è uscito lo scorso 19 novembre e anticipa una seconda uscita prevista per inizio 2022, entrambe autoprodotte e dalle sonorità influenzate dal rock-alternative anni ’90 e ’00 e dal nu-metal.

Load Rejection: video e singolo per Wake up man

Ovviamente approfittiamo della loro prima uscita, già video come vedete sopra, per fare qualche domanda ai ragazzi, sapendo che già in un futuro prossimo avremo modo di conoscergli meglio, ma intanto abbiamo fatto 3 domande a: Raffaele Siboni, Luca Lodigiani, Davide Alzeti e Claudio Mazzi.

Da quel 2018 come si é evoluto il progetto per arrivare a quello che siete oggi?

La nostra intenzione è stata fin da subito di comporre musica originale, dando molta importanza al groove e all’energia. Uno dei primi passi è stato quello di trovare un sound che facesse da filo conduttore con i vari pezzi che avevamo composto.

Da questo punto di vista, il 2019 è stato un anno prolifico che ci ha permesso di concretizzare l’identità delle nostre canzoni, riuscendo anche a portarle live e in studio. Passando attraverso un cambio di formazione, lo scorso 19 novembre è uscito il nostro primo singolo “WAKE UP MAN”, autoprodotto, registrato all’Elfo Studio, mixato e masterizzato al RecLab Studios di Milano.

Load Rejection
Load Rejection nella copertina di Wake up man

Musicalmente quali sono le vostre estrazioni che poi hanno dato vita a quello che possiamo ascoltare adesso?

Ognuno nella band ha le proprie influenze, dal funk, hip hop, passando dal grunge per arrivare al metal. Tutte queste influenze, ci hanno portato a costruire sonorità nello stile di gruppi come Rage Against The Machine, N.W.A., Red Hot Chili Peppers e Pearl Jam.

Il suono rock e molto diretto, ci riporta immediatamente alla mente i live. Una band come la vostra come sopravvive in un momento storico come questo con così poche possibilità di stare in mezzo alla gente?

Sicuramente l’identità della band è strettamente legata ai live, ma abbiamo cercato di sfruttare questo periodo per concentrarci sulle registrazioni e sulla composizione dei pezzi. Questo lavoro è tutt’ora in corso anche in prospettiva di nuove uscite nel 2022, sperando poi di riuscire a portarle dal vivo.

Tutte le altre news sono nella HOME!

Summertime In Jazz