Lou Tapage e Henry Carpaneto concludono “Bala Cui Ratt” e “Notte Blues sul Po”

152

Dal Miississippi al Po, conclude questa settimana la sua rassegna off “Pre-Festival Blues” organizzata alla Muntà di Ratt e agli Amici del Po.

Due appuntamenti che mettono a confronto due approcci musicali completamente differenti e perciò ancora più interessante poterli confrontare a distanza di un solo giorno.

Oggi, Giovedì 5 luglio alle 21.15 alla Muntà di Ratt in via Mazzini troveremo  I LouTapage (Sergio Pozzi, voce, chitarra acustica; Chiara Cesano, violino; Dario Littera, chitarra elettrica; Marco Barbero, cornamusa, flauto, mandolino; Nicolò Cavallo, basso elettrico; Daniele Caraglio, batteria).
Gruppo rock-folk nato nel 2000 nel sud ovest del Piemonte, strizzano l’occhio e le orecchie, a quella musica che fonde il cantautorato italo-francese al ritmo dei balli popolari occitani fino alle arie irlandesi portate dai pellegrini che percorrendo la via francigena scendevano in Italia. Il tutto con strumenti classici abbinati ad altri elettrici nel pieno solco della dei nuovi complessi di musica celtica che tanto amiamo ascoltare quando ci avventuriamo in terra Bretone. la musica dei LouTapage è il risultato di una contaminazione creativa: riprende gli strumenti della tradizione fondendoli con quelli tipici della musica rock. A questa si aggiunge la loro presenza scenica, la cui energia ècapace di coinvolgere il pubblico presente in canti e danze sfrenate. Al contrario, ciò che è rigorosamente tradizionale è la lingua occitana, in cui sono cantati alcuni loro pezzi, i quali sono doverosamente presentati e quasi raccontanti al pubblico presente ai live come se fossero un autentico viaggio culturale e narrativo, voltoa sottolineare, ancora una volta, l’orgoglio di rappresentare e far conoscere la propria identità sia in Italia, che in Europa

Video: Lou Tapage – Libertà – ESTIVADA Festival
[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”11729″,”attributes”:{“alt”:””,”class”:”media-image”,”height”:”269″,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

 

Venerdì 6 luglio, occorre invece spostarci agli Amici del Po di Monticelli d’Ongina, per poterci godere a partire dalle ore 21.30, il talentuoso pianista ligure Henry Carpaneto, uno dei migliori musicisti blues in circolazione.
Durante la sua carriera si è esibito con i massimi esponenti della scena blues italiana e internazionale: da Fabio Treves a Paolo Bonfanti, da Otis Grand a Jerry Portnoy, da Bryan Lee –coautore dell’album Vodoo Boogie– a Tony “TC” Coleman, da Paul Reddick a Joey Gilmore.

Video: Henry Carpaneto – Voodoo Boogie live (Teaser)
[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”11730″,”attributes”:{“alt”:””,”class”:”media-image”,”height”:”269″,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

Nominaro Best European Piano Player 2005 dal The Trophées France Bluese Best European Blues player dalla rivista Blues Feelings, Henry Carpaneto s’ispira ai musicisti di spicco della tradizione pianistica blues: Otis Spann, Johnny Johnson, SunnylandSlim, JayMcshann, Pete Johnson, Ray Charles e, di recente, Dr. John.

Considerato uno dei migliori pianisti In Europa, si muove con destrezza nelle diverse declinazioni della musica blues ricercando tra i tasti bianchi e neri il vero sound della musica di allora. Le sonorità intense e raffinate di Henry Carpaneto rispecchiano con fedeltà la musica dei pianomendel delta del Mississippi.