Piacenza Jazz Fest 2016: appuntamenti dal 19 al 21 febbraio

66

Ancora quattro appuntamenti in questa settimana fanno quasi da “valletti” al concerto di  RAMIN BAHRAMI & DANILO REA “…IN BACH?” che si terrà sabato 20 febbraio alle ore 21 al Teatro Municipale
Il Piacenza Jazz Fest si “delocalizza” e colonizza tanti luoghi della nostra città. 
Ecco il programma:

venerdì 19 febbraio ore 17.30 @ Biblioteca Passerini Landi
Roberto Menabò
presenta suo ultimo libro “Rollin’ and Tumblin’ vite affogate nel blues”. 

Venerdì 19 febbraio alle ore 22.00 @ Melville Caffè Letterario:
Accordi DisaccordiAlessandro Di Virgilio
(chitarra solista), Dario Berlucchialla (chitarra ritmica), Elia Lasorsa (contrabbasso) con guest Atmosfere gipsy e della musica anni Trenta, il quartetto è una giovane e felice realtà italiana nata nel 2012 a Torino da un’idea di Alessandro Di Virgilio e Dario Berlucchi che hanno preso spunto dal titolo di un film di Woody Allen e da alcune delle sue più recenti colonne sonore. Il gruppo è tra i più apprezzati del genere non solo in Italia ma anche all’estero ed è molto attivo, con più di 300 concerti in tre anni di attività. Nel repertorio della serata, il quartetto riproporràuna carrellata di stupendi arrangiamenti in stile hot jazz. Non mancheranno anche gli inediti, intervallati a canzoni di successo anche Pop,riproposte in stile manouche e arrangiate secondo una personalissima interpretazione che loro stessi amano definire “Hot ItalianSwing”. La loro peculiarità è proprio la loro capacità di riuscire a reinterpretare anche brani contemporanei in una nuova chiave musicale, riportando l’ascoltatore a sonorità tipiche degli anni Venti e Trenta.Dalla loro collaborazione sono natidue album, “BouncingVibes” del 2013 e “Swing Avenue” del 2015.In questi due lavori si trova il miglior resoconto del loro repertorio e della loro inedita produzione.

Domenica 21 ore 12.00 @ Dubliner’s Irish Pub
Jazz Brunch con Lino Franceschetti TrioLino Franceschetti 
(pianoforte),Lo stile del trio è fortemente caratterizzato dalle capacità tecnico-strumentali e dalla naturale affinità che caratterizza i tre musicisti, che riescono a dar vita ad un sound particolarmente vivo ed effervescente. Il repertorio tocca vari generi: Bossanova, Pop-songs, Latin, standard del Jazz e molto altro, ma i tre sconfinano anche nella musica classica e barocca con puntate nella musica di Bach, Mozart, Satie e Beethoven, naturalmente rivisitata in chiave jazz dagli arrangiamenti di Lino Franceschetti.

Domenica 21 febbraio dalle ore 17.00 @ Centro Commerciale Gotico:
Carlo Bagnoli & The Jazz Quintet: Carlo Bagnoli
(sax baritono), Alfredo Ferrario Sandro Gibellini (chitarra), Roberto Piccolo (contrabbasso) e Massimo Caracca (batteria). Un quintetto di ruggenti leoni dello Swing targato Milano, musicisti di grande professionalità e notorietà che si ispirano all’era più graffiante che questo genere abbia mai avuto, quella dell’immediato dopoguerra, con l’arrivo degli americani e della loro festosa musica da ballare. Daranno l’occasione per ascoltare un repertorio scelto con cura tra i brani più rappresentativi dei grandi compositori del passato. Bagnoli è un baritonista storico, si ricordano in particolare le sue performance al fianco di Lino Patruno e di molti altri grandi nomi dello Swing, non solo italiano. Ferrario è un virtuoso del clarinetto swing, con il quale ha vinto diversi premi musicali. Gibellini è un chitarrista noto per la sua grande versatilità, con un gran seguito di appassionati. La ritmica è solidissima, formata dal contrabbasso del milanese Roberto Piccolo e dalla batteria di Massimo Caracca che, come si suol dire: “non perde un colpo!”.