Tatiana Alquati una “Cherubina” per il Presidente Mattarella

54

L’Orchestra Cherubini, guidata dal Maestro Riccardo Muti, ha fatto tappa a Piacenza per le ultime prove in previsione dei prossimi concerti. Fra questi spicca il concerto al Quirinale davanti al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Fra i tanti giovani musicisti dell’orchestra, c’è anche Tatiana Alquati, arpista piacentina… una vera star locale!
Tatiana, che è nata e vive a Piacenza, proprio qui, nella sua città, la si incontra davvero poco. Più spesso è in giro per il mondo a suonare il suo strumento: l’arpa. Da domani sarà al seguito dell’orchestra Cherubini in un tour che partirà dal Teatro Valli di Reggio Emilia e toccherà i Teatri di Bergamo, Brescia, per poi spostarsi in TurchiaAzerbaijan, ritornare in Italia al Teatro Manzoni di Bologna e, come detto, al Quirinale davanti al Presidente Mattarella. Tatiana è presente anche nell’Orchestra Arturo Toscanini con la quale effettuerà un tour in Austria. Per questa estate ha in calendario anche alcuni concerti da solista e l’invito alla prestigiosissima rassegna del concorso “Arpa d’oro” di San Pietroburgo dove lo scorso anno ha sbaragliato tutti gli altri concorrenti arrivando sul gradino più alto del podio.

23 anni di talento puro confermato dai commenti di tanti grandi musicisti e maestri. Tatiana, come è nata la tua passione per questo strumento?
Non saprei dire con esattezza. Da bambina avevo chiesto alla mamma di insegnarmi il piano che avevamo in casa (è insegnante al Nicolini). Dopo qualche mese ho sentito il suono dell’arpa e…. c’è stato spazio solo per lei. O quasi, visto che sto seguendo gli studi per violino, ma non so se riuscirò a continuarli. 

Con gli studi sei partita da Piacenza
Sono partita da qui, e qui sono tornata dopo essere andata a Brescia per approfondirli ed aver conseguito la laurea alla fine dello scorso anno a Monaco di Baviera.

E da Piacenza partirà il tour con l’Orchestra Cherubini del Maestro Muti.
Esatto, stiamo facendo le prove per una serie di concerti che toccheranno l’Italia, la Turchia e l’Azerbaijan. Nell’orchestra Cherubini sono entrata in pianta stabile dopo le ultime audizioni. Avevo già suonato con loro la scorsa estate nei concerti estivi, ma come invitata.

E l’Orchestra Cherubini è Riccardo Muti: qual è il rapporto con il Maestro?
Per me è una persona straordinaria, un punto di riferimento e ora che suono con lui è un sogno che si è avverato! Con Muti le prove durano 6 ore al giorno nelle quali emana un’energia, una passione così elevate che non si può non esserne partecipi. Le prove sono un mix di tecnica e musica, ma soprattutto hanno elevatissimi contenuti didattici nei quali il Maestro si sofferma in spiegazioni sull’autore e sul senso dell’interpretazione. Al termine delle prove la sensazione è stranissima, surreale direi, come se tutte le energie fossero state convogliate nella musica, mi sento davvero “svuotata” e priva di forze. 

Orchestra Cherubini, Toscanini, concerti solisti. Come ti approcci alle varie situazioni?
La Cherubini pur essendo una giovanile ha dei livelli elevatissimi e si instaurano anche rapporti amicali fra di noi. La presenza di un maestro come Muti comunque mette davvero soggezione, ansia,  senso di inadeguatezza. Ansia anche derivata dal fatto che hai la percezione che il far bene con questa orchestra significa avere il passaporto per la propria carriera futura. Con la Toscanini sono più rilassata. Sono assunta dall’orchestra e questo mette tranquillità. Nei concerti da solista sono me stessa! Posso gestirmi tempi e brani musicali. Non nego che mi piacerebbe intraprendere questa strada e l’esperienza del concerto in Russia spero sia di buon auspicio.

Hai progetti futuri, se trovano almeno un po’ di spazio tra le tante cose?
sì sì, ce n’è uno in particolare a cui tengo molto (non solo per motivi professionali!! n.d.r.). Con il pianista Antonino Marasco,  stiamo preparando un repertorio per partecipare al concorso internazionale promosso dall’Associazione Nazionale dell’Arpa, e vedere se questa esperienza a due possiamo proseguirla costituendo un vero duo Arpa-Pianoforte.

*********************

PROSSIMI CONCERTI

17 maggio : Teatro Valli Reggio Emilia
19 maggio: Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, Brescia, Teatro Grande 
20 maggio 2015 Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, Bergamo, Teatro Donizetti 
23 maggio 2015 Baku, Heyder Eliyev Sarayi (Azerbaijan) 
24 maggio 2015 Baku, Heyder Eliyev Sarayi (Azerbaijan) 
26 maggio 2015 Izmir, Auditorium Saygun (Turchia) 
28 maggio 2015 Bologna Festival 2015 Bologna, Teatro Manzoni 
30 Maggio – Galleria D’arte moderna Ricci Oddi – Ravel –  Introduzione e allegro per arpa, flauto, clarinetto e quartetto d’archi  
1 gnugno 2015 Roma Palazzo del Quirinale – Salone dei Corazzieri
7 giugno ore 17.00 – Sala dei Teatini – Piacenza V appuntamento – Rassegna cameristica – Allegro con brio
12 giugno 2015 Ravenna Festival 2015 Teatro Alighieri
14 giugno 2015 Ravenna Festival 2015 Palazzo Mauro de André
16 giugno 2015 Brescia Chiostro San Francesco
26 luglio 2015 concerto con la Filarmonica Toscanini a Villach (Austria)
Data da concordare: San Pietroburgo – Russia
30 Agosto- 3 settermbre Concorso internazionale promosso dal’Associazione Nazionale dell’Arpa

 

Claude Debussy: Deuxième arabesque [[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”2521″,”attributes”:{“alt”:””,”class”:”media-image”,”height”:”251″,”style”:”vertical-align: text-top;”,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”456″}}]]