Tuck & Patti tengono a battesimo il Summetime In Jazz

102

Tuck & Patti sono entrati in punta di piedi nel cortile del palazzo Rota Pisaroni per tenere a battesimo il Summertime In Jazz organizzato dal PiacenzaJazzClub. Ed è proprio stato così: mentre il pubblico occupava ogni spazio libero del cortile, dalle seggiole, alle scalinate, a tutto l’androne di accesso, Tuck & Patti sono entrati anch’essi dal portone passando letteralmente tra due ali di folla e da quel momento è iniziata la magia!

Tuck vestito di chiaro, con la sua ormai mitica Gibson L-5 del 1953, che tiene per mano Patti sgargiante nel suo completo fuxia e che chiede il permesso di entrare, è l’emblema del feeling che si è subito instaurato tra questi mostri della musica mondiale e il pubblico di Piacenza.  Summertime è la canzone che da il via al concerto e il pubblico quasi se l’aspetta. Fragorosi applausi concludono ogni pezzo che mescola l’incantevole bravura alla chitarra di Tuck Andress alla voce di una superba Patti Cathcart. Tanto superlativi nelle loro performances quanto semplici nei rapporti con il pubblico che si manifesta nella sua apoteosi quando Patti lo coinvolge in un vero e proprio duetto in Time After Time oppure concedendosi alle sue richeste cantando Little Wings.

Un’ora e mezzo di virtuosismi  musicali che non hanno certo tradito le attese. E per una sera, come narra la canzone interpretata dal fantastico duo: life is a “Chocolate moment”