Una sferzata di musica per Orzogelo al Baciccia

58

Continua a mettersi in mostra il mondo Orzorock Music. Dopo la presentazione di Zeno, nuovo prodotto degli ZebraFink, e prima del “Release album party” in terra piacentina dell’ultima produzione omonima dei Cieli Neri Sopra Torino il 24 al Melville, al Baciccia arriva Orzogelo -90.

Una serata speciale perché i live saranno 3. Sarà l’occasione perascoltare la “prima” ufficiale sul palcodi due nuove produzioni Orzorock Music in uscita in queste ore, Alessandro Colpani e i Nagual, e per conoscere unasituazione musicale che da tempo ha cominciato a girare, i Bettie Blue.

Stavolta partiamo dagli ospiti. I Bettie Blue, dopo aver toccato l’estremo sud d’Italiacon 6 date fra Sicilia e Calabria, sono risaliti per chiudere la serie di eventi domani sera al Baciccia. Il loro è un rock spinto ma ricercato, fra pause e accelerazioni che arrivano fino allo stoner, che si avvicina da un lato a suoni più datati ma inun contesto alternative che tira maggiormente verso i giorni nostri. L’ultimo prodotto di questo duo torinese, Lei/Bettie + Lui/Blue, è stato Yuma, disco autoprodotto uscite nel 2015.

Arriviamo alle due nuove uscite tutte piacentine che già vi abbiamo anticipato nei giorni scorsi: i Nagual con il loro “TatTvamAsi”, e il “Tra me e me” di Alessandro Colpani. Da chi partiamo?? Rigoroso ordine alfabetico.

Alessandro Colpani (qua l’intervista: https://goo.gl/65hDH3) arriva ad Orzogelo con un album che segna un passaggio nella sua carriera, o forse meglio ancora segna “il” passaggio fra un passato fatto di diverse produzioni da solista e di collaborazioni con altri artisti, ed un futuro in cui sta già muovendo i primi passi. Come ci ha spiegato lui “Tra me e me è un punto fisso nel mio percorso di artista”. Prima di un live forse è giusto aggiungere poco e aspettare che l’artista salga sul palco, certo è che c’è molta curiosità verso una proposta che è sempre stata ricercata e attenta a musica e parole.

Con i Nagual le sfumature sono sicuramente diverse (anche per loro segnaliamo l’intervista di pochi giorni fa: https://goo.gl/Mhh3jB). Cambiano ovviamente i suoni, dalla “chitarra e voce” si arriverà alla full band, cambierà il genere con il passaggio ad un rock stile anni ’70, cambierà l’indole con un’idea di musica legata al concetto di energia. I ragazzi vengono da un lungo periodo di live e prove che hanno visto il loro apice negli ultimi 2 anni, un lungo momento che ha fatto maturare il loro primo disco “TatTvamAsi”.

Dobbiamo insomma aspettarci 3 live molto diversi l’uno dall’altro, ma con un comune denominatore, quello di voler di far conoscere a tutti la propria voglia di fare musica.