ValTidoneFestival: Una settimana ricca di eventi

37

Un programma davvero intenso quello che ci aspetta per questa settimana predisposto dal Val Tidone Festival.

Martedì 28 Giugno ore 21.15 a Ziano di Vicobarone (Pc)
Claudia Cantisani Quintet :
Uno spettacolo fresco, brillante e coinvolgente, fatto di cover swing italiane (Buscaglione, Conte e Caputo), classici americani (L. Prima e N.K. Cole) e soprattutto di tante “Storie d’amore non troppo riuscite”, brani originali dove Claudia Cantisani, cantautrice di origine lucana, dà libero sfoggio delle sue notevoli doti vocali. L’ispirazione, andando di brano in brano, è chiaramente quella di Fred Buscaglione e della canzone jazzata all’italiana, con testi molto curati; così come lo sono gli arrangiamenti con echi di vaudeville e atmosfere circensi. La musica di Claudia, accompagnata da una ritmica d’eccezione composta da alcuni tra i migliori jazzisti italiani, è di quelle senza tempo, ispirata al jazz, con tanto umorismo, voglia di divertire e divertirsi. Atmosfere swing e deliziosamente retrò.

Mercoledì 29 Giugno ore 21.15 a Santimento di Rottofreno (Pc). Cortile Castello
Simone Zanchini Quartet 
Simone Zanchini, strepitoso fisarmonicista, ripropone in chiave jazz, e con arrangiamenti originali commissionati ad hoc, alcuni tra i temi più popolari di Casadei ma… secondo lui. Fisarmonicista unico nel suo genere, tra i più interessanti e innovativi del firmamento musicale, Zanchini si muove lungo i confini della musica contemporanea, acustica ed elettronica, della sperimentazione sonora, della contaminazione dei generi, con un personalissimo approccio alla materia improvvisativa. Simone Zanchini (fisarmonica e live electronics) sarà affiancato da Stefano Bedetti ai sassofoni, Stefano Senni al contrabbasso e Zeno De Rossi alla batteria.

Venerdì 1 luglio 2016, ore 21.15 Pecorara, Piazza XXV Aprile (Salone Parrocchiale in caso di maltempo) 
Note Noire 
Note Noire (Ruben Chaviano, violino; Roberto Beneventi, fisarmonica; Tommaso Papini, chitarra; Mirco Capecchi, contrabbasso) è un quartetto che unisce nel proprio repertorio il mondo musicale mediterraneo e quello mitteleuropeo. Il suono di Note Noire si ispiri a quello degli ensembles di Django Reinhardt, vero e proprio traghettatore della musica europea verso il jazz nel periodo tra le due guerre e, nello stesso tempo, vettore di un’enorme quantità di timbri ed espressioni, tipici della tradizione dei popoli del Vecchio Mondo. La ricerca sonora di Note Noire parte dalle corde dei bouzouki rebetiko di Markos Vamvakaris per spingersi fino ai violini tzigani dell’orchestra di Sandor Lakatos e alle più familiari composizioni di Goran Bregoviç; ma il quartetto inevitabilmente apre questi patrimoni a soluzioni figlie del suo tempo e alla produzione propria originale.

Venerdì 1 luglio 2016, ore 23.00 Pecorara, Piazza XXV Aprile
Notte Bianca con D.Jazz Dance di Fabio Dordoni

Domenica 3 luglio 2016 ore 19.00 Agazzano, Cortile Comune
Mauro Ottolini, tra musica e Cortoons
Presentazione dello spettacolo a cura di Claudia Ferrari

Domenica 3 luglio 2016, ore 21.15 Agazzano, Piazza Europa 
(Salone Parrocchiale in caso di maltempo) 
Mauro Ottolini & Sousaphonix
Il progetto è frutto di un intenso e appassionato lavoro di ricerca e contaminazione tra musica popolare, jazz e brani originali, partito da una fotografia sbiadita dal tempo di un’orchestra realmente esistita e nata in Trentino nel 1921, l’Orchestra della società senza pensieri. Mauro Ottolini è uno dei musicisti più importanti del nuovo jazz italiano, già vincitore nel 2013 del premio della critica “Top Jazz”. Nel disco si incontrano brani originali cantati in 12 lingue, atmosfere folk, jazz, improvvisazione e musica contemporanea. I Sousaphonix si aprono per questo progetto ai suoni del mondo, utilizzando strumenti di altre tradizioni musicali, conchiglie, sassofoni di bambù, flauti shinobue, le “pietre sonore” di Pinuccio Sciola, gli strumenti artigianali sardi di Mondo Usai.