Carpaneto Music Festival | Ecco tutto il programma

164
Carpaneto Music Festival

Si riaccende la musica a Carpaneto grazie al festival che andrà in scena questa estate

Finalmente la musica torna nelle sere d’estate, ci porterà note classiche e d’autore Lo scorso anno, come tutte le attività culturali e artistiche in Italia e nel mondo, anche il Carpaneto Music Festival è stato caratterizzato dalle tante difficoltà causate dall’emergenza sanitaria ma allo stesso tempo è stato accompagnato anche da forti sentimenti e motivazioni che gli hanno consentito di resistere con successo registrando, malgrado tutto, un pubblico numeroso.

É stato tra i primi festival in Italia a ripartire subito dopo la chiusura forzata per l’emergenza sanitaria.

Continuiamo a credere fermamente nella insostituibilità della musica dal vivo e nonostante le incertezze del lungo e difficile momento che ancora persiste, vogliamo continuare a lavorare con determinazione per offrire ciò di cui abbiamo tutti bisogno: il contatto umano attraverso l’esecuzione della musica dal vivo.

Quella strada iniziata tre anni fa allorché decidemmo di contribuire ad arricchire musicalmente il nostro territorio, virtuoso dal punto di vista naturalistico, ma carente di occasioni culturali.

Se storico è il lungo periodo in cui la musica ha sofferto e soffre ancora la sua limitazione ma anche la sua imitazione e snaturamento. Storico è il momento della sua rinascita.

L’unicità del nostro territorio ci stimola a fare sempre di più e meglio attraverso la musica, perché è incommensurabile il beneficio che essa reca agli uomini e duraturo è il benessere che rende al territorio, riqualificandolo.

Il cortile di Palazzo Scotti da Vigoleno è il palcoscenico ideale per questa unione di intenti che piacerà non solo agli amanti della musica classica.

Continuiamo quindi ad offrire cultura a Carpaneto, attraverso i concerti che sono sempre gratuiti proprio nella volontà di voler restituire alla città ciò che la città ha fatto e fa per sostenerci.

In questi primi tre anni, per un totale di 15 concerti, hanno partecipato al Festival 46 musicisti.

Il Festival cresce, anche quest’anno 5 concerti di livello alto e ricercato simbolo di rinascita e speranza, animeranno fra giugno e luglio, la terza edizione del Carpaneto Music Festival con Musicisti giovani ma già apprezzati nei più importanti Teatri.

Il programma di ogni concerto, si propone di esplorare repertori, sonorità e stili diversi con musiche da Bach a Bartok e diventa davvero simbolico per comprendere il vero senso della rassegna.

In questa 3° edizione del Festival vogliamo rendere omaggio a grandi musicisti dei tempi moderni per i cento anni dalla nascita del grande compositore argentino ascolteremo la meravigliosa musica di Astor Piazzola.

Iniziamo Sabato 12 Giugno con il duo formato da Marcella Carboni, c h e   s u o n a u n ’ ARPA elettroacustica, live loop, arpa preparata e Simone Alessandrini, SAX soprano, SAX alto

Titolo della serata: Open Slant è una visione con una prospettiva aperta, incline alla totale libertà interpretativa. Il duo si cimenta in un viaggio musicale esplorando le sonorità di due strumenti apparentemente distanti tra loro come il sax e l’arpa, passando attraverso brani originali ed escursioni negli standard jazz, nella musica classica o nella Musica Popolare Brasiliana.

Il 19 Giugno DUO PIETRODARCHI & LUCINI ci presenterà “ÈL TAN(G)O“

Luca Lucini e Mario Stefano Pietrodarchi, come gli antichi emigranti sbarcati nell’aria calda e polverosa di Buenos Aires, possiedono fame di vita e amore per il tango.

Il critico musicale bresciano Enrico Raggi li descrive così:

Mai, come nel loro caso, fare musica da camera ha significato divertimento, abbandono di ogni reticenza, gioia allo stato puro. Godono della materia sonora plasmata dal loro pensiero e ci fanno emozionare. Si concedono alla furia e alla dolcezza del tango con dinamiche che passano dal sussurro impercettibile al canto a squarciagola. Si concedono pause e corone che durano piccole eternità.

Lasciano passare la luce dentro al canto, spalancano qualche fessura nello spartito: le note una a una? Sanno far nascere un’alchimia di domande e risposte e movimenti. Danze funebri e orgiastiche allo stesso tempo. Nei tempi lenti senti disperazione, rabbia, urlo, ansia di riscatto.

Non temono di esagerare, non hanno vergogna di ridere e piangere come bambini che fanno musica così come giocano, d’essere scambiati per ingenui, impudichi, troppo sinceri, disarmati, nudi a braccia spalancate e capo reclinato e volto scosso dal singhiozzo in attesa che qualche miracolo accada.

Il Carpaneto music festival prosegue il 26 Giugno con il “CONCERTO D’AUTORE: da BACH a BARTOK”

Il DUO D’ARCHI dei fratelli Schiavi

Gabriele Schiavi, violino

Andrea Arcelli, viola

Il 3 Luglio tornano

LAS ARPISTAS_ HARP DUO

con “ACQUERELLI D’AUTORE”

Francesca Romana di Nicola, Tatiana Alquati, arpe Ascolteremo Musiche trascritte appositamente per il duo

Chiude la Rassegna il concerto del 10 luglio con i

QUADROPHOBIA WIND QUARTET

Daniel Roscia, clarinetto Alessandro Fontanella, saxofono Mattia Rullo, fagotto Stefano Giacomelli, clarinetto basso

Il Concerto “AMERICHE” è un omaggio ai suoni che hanno caratterizzato l’evoluzione musicale del continente americano, dal musical alla canzone d’autore jazz approdando in diverse fasi al tipico suono del tango argentino e alla musica popolare brasiliana.

Il Quadrophobia Wind Quartet è   un progetto di musica da camera, attivo da dieci anni sulla scena nazionale, nato dall’esigenza di proporre al pubblico una insolita miscela timbrica.

È infatti assolutamente inusuale, nella tradizione cameristica, che i timbri del clarinetto, del saxofono, del fagotto e del clarinetto basso si uniscano alla ricerca di nuove sonorità e senza esclusione di generi, dalla musica barocca alle sperimentazioni dedicate specificatamente per il gruppo, passando per il jazz, il blues, la musica popolare e altri generi.

Il Carpaneto Music Festival ha ottenuto il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Piacenza, dell’ENAC Ente Nazionale Attività Culturali, dello CSV Emilia di Piacenza e rientra negli eventi della Festa della Musica (iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla SIAE e dall’Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica).

Si ringraziano per il supporto la Fondazione di Piacenza e Vigevano, main sponsor, Casella macchine agricole, Giuseppe Ghittoni FIDEURAM private Bank, PRO LOCO di Carpaneto, Guarnieri Valentino & Cristian snc, Mazzoni Fabrizio Pelli.

Tutte le news sono alla HOME del sito!

Summertime In Jazz