Due giorni folli per la “decima” dei Rebeldes

47

Potremmo mentire spudoratamente e raccontarvi che quando c’è una festa all’aperto con musica, birra, cibo e altre cose che ci solleticano in modo particolare, noi siamo sempre contenti a prescindere dal luogo e dall’organizzazione. Ma noi vogliamo essere onesti dicendovi che l’atmosfera che si respira ai Rebeldes è qualcosa di speciale.

E allora ecco la decima fatica dei ribelli di Piacenza. Domani, venerdì 17, e sabato 18 nello spazio esterno della Cooperativa di Sant’Antonio torna uno degli eventi più attesi della stagione musicale, e non solo, dell’estate piacentina.

Per la Decima festa dei Rebeldes, i ragazzi si sono voluti superare portando sul palco del Faro Blu alcune delle eccellenze piacentine del momento insieme a due proposte storiche del panorama rock e punk d’Italia. Andiamo a scoprire il programma.

Per venerdì sera la line-up è in salsa puramente rock.
Il primo live è tutto piacentino, ma solo di provenienza, infatti il rock dei Cellamare arriva da lontano nel tempo, da quegli anni ’60 di cui si portano dietro un forte sapore londinese. Suoni e interpretazioni della musica e dei suoi generi che hanno dato vita al loro “Imperial forum 390/450”, 20 tracce piene di creatività ed autoironia.

[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”6376″,”attributes”:{“alt”:”Cellamare”,”class”:”media-image”,”height”:”271″,”title”:”Cellamare”,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

Per il secondo live, non c’è veramente molto da aggiungere, basta fare il nome: Little Taver. Il buon Tavernelli torna sul palco dei Rebeldes per dimostrare ancora una volta al mondo intero, chi è il vero erede (anche di sangue?) di Elvis. Performance trascinanti con entrate in scena hollywoodiane per un viaggio nel cuore del rock’n roll fra gli anni ’50 – ’60 – 70. Gli anni più veri e affamati, gli anni del “Re”.

[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”6377″,”attributes”:{“alt”:”Little Taver”,”class”:”media-image”,”height”:”461″,”style”:”margin-left: 65px; margin-right: 65px;”,”title”:”Little Taver”,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”301″}}]]

Dopo la bordata rock di venerdì, il sabato è dedicato al punk e alla sue sfumature.
In apertura un gruppo che ultimamente ritorna più volte nei live di Piacenza e dintorni, i The Ferrets. Abbiamo imparato a conoscerli sia per quello che fanno sia per come la pensano sulla musica più in generale. Sappiamo chi sono e com’è il loro punk legato alle origini e agli anni’90, quello che non sappiamo è dove possono arrivare. Forse lo scopriremo sabato.

[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”6378″,”attributes”:{“alt”:”The Ferrets (foto by Serena Groppelli)”,”class”:”media-image”,”height”:”240″,”title”:”The Ferrets (foto by Serena Groppelli)”,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

Per il secondo live? I Bravi Tutti! Anche per la seconda performance di questa serata le parole rimaste sono davvero poche. I Bravi Tutti sono una costante ed una sicurezza della musica piacentina. Un punk-rock irriverente e divertente che porta avanti una tradizione musicale che parte dai ’90 ma che nei testi vuole rimanere sempre attuale. Non deludono mai.

[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”6379″,”attributes”:{“alt”:”Bravi Tutti”,”class”:”media-image”,”height”:”233″,”title”:”Bravi Tutti”,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

Per l’ultimo live della festa, i Rebeldes hanno scelto un gruppo che rappresenta una delle migliori forme di punk e punk-rock della scena italiana dal 1987 in poi: la Paolino Paperino Band. I ragazzi di Modena, in attività fino al 1994 e dal 2012 in poi, hanno alternato nelle loro produzioni una forte vena ironica alla capacità di trattare anche forti temi sociali, tutto questo senza farsi mancare anche scodate demenziali. La loro base musicale è quella legata al punk di metà anni ’70 e al suo evolversi nel tempo, filo conduttore del sabato sera dei Rebeldes.

[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”6380″,”attributes”:{“alt”:”Paolino Paperino Band”,”class”:”media-image”,”height”:”284″,”title”:”Paolino Paperino Band”,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

Questo è il (gran bel) programma della decima festa dei Rebeldes. Il posto lo conoscete, gli orari non c’è bisogno di metterceli perché tanto qualcuno o qualcosa li trovate sempre, di conseguenza non avete scuse.