Foto&Video: Bibiena Art Festival – Orchestra Mandolini e Chitarra “Città di Brescia”

312

Bibiena Art Festival

ha portato a Piacenza nel Salone del Palazzo Anguissola-Cimafava l’orchestra per Mandolini e Chitarre “Città di Brescia” che con la direzione del maestro Claudio Mandonico ha omaggiato il pubblico di un concerto meraviglioso di cui siamo stati testimoni e del quale riportiamo un estratto video e fotografico

Video – Medley del concerto

Brani:

Antonio Vivaldi:
– concerto in Do Min RV 120
– Concerto in LA min Op III n.8
– Concerto in Re min op n. 11
– Concerto in Si min Op III n. 10

Manos Hajdakis:
– il concerto (da il sorriso della Gioconda)

Claudio Mandonico:
– Sloneczniki (il Girasole) Sinti suite
– Esortazione alla Danza

Il concerto si è concluso con un Omaggio a De Andrè e il bis “Sirtaki” di M. M. Theodorakis

L’Orchestra è nata all’interno del Centro Giovanile di educazione musicale Bresciano, su iniziativa di Giovanni Ligasacchi e Rosa Messora. Già nel 1974, ancora come gruppo del Centro di educazione musicale, l’orchestra composta di ragazzi giovanissimi partecipava al Concorso internazionale di musica di Kerkrade, in Olanda, conseguendo il 2° premio nella sua categoria. La conferma veniva ancora dal concorso di Kerkrade, nonchè al concorso internazionale di Ferrara in cui l’Orchestra vinceva il 1° premio (1978-79). L’attività dell’orchestra quindi si espresse sempre più a livello internazionale (grazie alla maturità organizzativa dovuta all’opera del suo presidente Giuseppe Staro). In proposito ricordiamo gmi scambi culturali con orchestre bulgare e cecoslovacche (1980-84), la partecipazione ai festivals internazionali di Remiremont (Francia) e di Udine (1981), il concerto per il parlamento Europeo di Strasburgo del 1982. L’impegno nella rivalutazione del patrimonio musicale per mandolino, si manifestava appieno nella “Mostra di Strumenti a Pizzico” organizzata dalla stessa orchestra nel 1984/85 con patrocinio del Comune di Brescia e della Regione Lombardia, in occasione del suo decennale. In quell’occasione poterono essere proposte al pubblico diversi frutti della ricerca fatta da Ugo Orlandi (membro dell’orchestra dalla fondazione e docente di mandolino presso il Conservatorio di Padova) nelle biblioteche di tutta Europa, con musiche inedite che vedevano il mandolino impegnato in diversi organici strumentali. Tutt’ora l’orchestra, sotto la direzione di Claudio Mandonico, persegue gli intenti originari tanto che i dischi ed i CD sinora realizzati sono tappe di una ulteriore divulgazione e rivalutazione della musica per orchestre a plettro.

 

Per ogni altra notizia sulla musica di Piacenza rimani su Piacenza Music Pride

Summertime In Jazz