Huranova | Go with the devil ha un nuovo “vestito”!

207
Go with the devil
Go with the devil

La rock band piacentina ha creato un nuovo abito per la sua canzone. Ci spiega tutto la “voce”, Carlotta Baroni

Tante band e solisti in queste settimane si sono dovuti reinventare uscite e programmazioni e così hanno fatto anche gli Huranova che da pochi giorni hanno fatto uscire una nuova versione di “Go with the devil”, seconda traccia del loro primo album dal titolo “Allowed to demand aloud”.

Una versione che propone suoni molto diversi da quelli che la band rock piacentina ci aveva fatto conoscere fino ad oggi, ma che allo stesso tempo mantiene la promessa che ci aveva fatto Carlotta Baroni all’epoca dell’intervista per l’uscita dell’album, ossia la voglia di fare musica senza stare tanto a guardare un genere ben preciso.

Proprio Carlotta, a nome di tutta la band, ha voluto spiegarci questa nuova versione di Go with the devil.

È una versione nata in epoca di coronavirus oppure era già tutto pronto?

In realtà questo tipo di arrangiamento era stato studiato e pensato in occasione nel nostro acoustic showcase nel bellissimo contesto di Alphaville quì a Piacenza, proprio 2 giorni dopo l’uscita del nostro disco. Dato il periodo, i nostri piani si sono ovviamente bloccati, o meglio, sono stati rimandati, quindi per far sentire la nostra voce abbiamo pensato di registrare questa “alternative version” ognuno da casa propria.

Come “spiegate” a chi è abituato ad ascoltare i vostri suoni, questo cambiamento?

Questa nuova versione non segna un cambiamento di genere, assolutamente, anche se amiamo le contaminazioni, semplicemente abbiamo voluto esprimere il significato di questo brano in chiave differente, richiamando comunque un mood decisamente opposto all’originale. Ci è sempre piaciuta molto l’idea di riarrangiare i nostri brani in chiavi differenti, ad esempio un nostro piccolo sogno nel cassetto sarebbe quella di suonare dal vivo con un’orchestra sinfonica o comunque creare arrangiamenti orchestrali.

Huranova Photo
Huranova Photonova

Un mood molto più morbido, quasi da piano bar per certi versi. Come e da chi nasce l’idea?

L’idea di creare questa versione è nata anche per metterci in gioco, prima come musicisti.

Dal lato interpretativo, cosa ha voluto dire rileggere un brano nato per una versione e doverlo rifare in un modo così diverso?

Beh ovviamente è stata una cosa completamente nuova ed interessante, ne abbiamo estrapolato il significato e abbiamo cercato di vederla “da un’altra prospettiva”

Questo lo si può considerare come un esperimento oppure in futuro potrebbero esserci spazi per cose del genere anche all’interno di un album?

Come di dicevo nella domanda di poco fa, sì, amiamo contaminare e sperimentare, quindi…chissà cosa e dove ci porterà il futuro.

Cliccate qua, su “Go with the devil”, per ascoltarla attraverso Spotify.