Il vincitore del Bettinardi Claudio Jr De Rosa inaugura il 2020 al Milestone

228

A volte ritornano e  ritornano da vincitori!
Il vincitore del Trofeo Bettinardi della categoria solisti del 2016 inaugura il 2020 del Milestone con il suo concerto sabato 4 gennaio 2020 alle 22.00 (ingresso gratuito con tessera dell’associazione Piacenza Jazz Club o ANSPI).

Si tratta del saxofonista  Claudio Jr De Rosa e del suo quartetto, e presenterà il suo ultimo disco dal titolo “Forces”.

Video:Claudio Jr. de Rosa 4et _ Getxo Jazz 2019

Nato sulla scia del successo ottenuto dall’album di debutto “Groovin’ Up!”, questo nuovo lavoro è Ispirato dalla citazione secondo cui “Se un uovo viene rotto da una forza esterna la vita finisce. Se viene rotto da una forza interna, una vita inizia.”. De Rosa intraprende un viaggio musicale personale e disegna nove pezzi originali, delineando ed esplorando concetti e sonorità che portano novità in modo stilistico e compositivo.
Ormai riconosciuto tra i più promettenti musicisti, arrangiatori e compositori del jazz europeo, Claudio Jr De Rosa, classe 1992, è una delle voci di maggior spicco della nuova scena jazzistica. Incluso nella lista dei migliori 10 musicisti emergenti italiani (Musica Jazz), De Rosa è vincitore di numerosi premi internazionali e si è esibito in Italia, Olanda, Belgio, Spagna, Francia, Polonia, Croazia, Georgia, Taiwan, Canada, in festival quali il North Sea Jazz, Umbria Jazz, Getxo Internazional Jazz, Taichung Jazz, Veneto Jazz e molti altri. Come compositore ed arrangiatore, ha collaborato con la Jazz Orchestra del Concertgebouw, NSO Orchestra (Olanda), S. Louis Big Band, NJT Big Band (Italia) e numerose altre.
Il Claudio Jr De Rosa Jazz Quartet, nato dopo numerose esperienze con altre formazioni, è un gruppo creato da De Rosa nel 2016 insieme ad alcuni tra i musicisti più promettenti della nuova generazione europea; è completato dal pianista fuoriclasse Fabio Giachino (anch’egli un vincitore del Bettinardi), dal bassista Alessio Bruno e dal batterista Giovanni Paolo Liguori, i quali partecipano a questo viaggio musicale, aggiungendo ognuno la propria sensibilità ai paesaggi musicali disegnati da De Rosa.