Le Stagnotte: nella peccaminosa Storyville tra Jazz e Teatro

228

Storyville 

Chiudete gli occhi e provate ad immaginare.

Gonne leggere che scendono appena sotto il ginocchio e accompagnano lungo i fianchi canotte di seta impalpabili che lasciano intravedere seni che attendono una mano che li accarezzi.
Giarrettiere nascoste ma che traspaiono sotto i vestiti, fasce che raccolgono i capelli, boa piumati che avvolgono i lunghi colli di ballerine ammiccanti i clienti.
Tanto fumo che avvolge la sala, e poi jazz, tanto jazz e ancora jazz per raccontare le storie delle prostitute, delle ragazze, che hanno trovato il loro mestiere a Storyville il quartiere di New Orleans che, alla fine del 1800, è stato appositamente delineato e dichiarato come “unico quartiere dove era ammessa la prostituzione” e dove il Jazz ha potuto muovere i primi passi e crescere.

Proprio così: nel 1896 il consigliere municipale Sidney Story promulgò un’ordinanza che circoscriveva l’esercizio della prostituzione in un quartiere di trentotto edifici vicino a Canal Street. Questo quartiere, battezzato dagli abitanti di New Orleans “Storyville” appunto, rappresentò la capitale del vizio di tutti gli Stati Uniti e le sue strade, prima fra tutte la leggendaria Basin Street,  divennero presto un autentico paradiso per prostitute e malviventi. A Storyville si suonava ovunque, dai bar ai bordelli, nelle strade e nei negozi, oltre ovviamente alle sale da ballo e ai cabaret, come d’altronde succede ancora oggi in quella città unica al mondo che è New Orleans!

Il gruppo teatrale “Le Stagnotte” ha raccolto le storie delle ragazze di questi bordelli, le ha fatte proprie e raccontate in

Storyville Club

Storyville

spettacolo che verrà proposto venerdì 22 luglio a Rallio di Montechiaro alle ore 21 a sostegno dell’AISM

Tante storie e tanta musica perchè ad accompagnare le Stagnotte troviamo una grande promessa della musica piacentina: Corrado Labib Canepari

Argute, sensibili, tanto erotiche  espavalde quanto semplicemente amiche che sanno ascoltare e raccontare. Sono le Stagnotte di Storyville che stupiscono sempre con la loro inaspettata capacità di comunicare i sentimenti, i pensieri più nascosti e intimi delle donne di quei bordelli che le hanno accolte, nascondendo il loro passato  e dove hanno trovato talvolta rifugio talvolta dolore e disperazione,  a volte speranza.

Nasce proprio così lo spettacolo “Storyville Club”, un susseguirsi di monologhi e musica, di cori e di coup-de-théâtre, che svelano agli spettatori un volto inedito dell’universo femminile.

Ambientato negli anni ‘30 (il teatro permette di “strapazzare” la Storia cambiando date e tempi) in un classico bordello del quartiere, Storyville Club dipana storie e vicende delle sue ragazze, o, come venivano chiamate un tempo “le donne dell’amore”. Le parole scivolano sulle note jazz, si interrompono e lasciano spazio alla musica per creare un ensemble davvero unico. Uno spettacolo di donne ma non solo per le donne, anzi. Gli uomini, sempre presenti nella loro assenza, sono i veri protagonisti.

Tutte le altre nostre news sono nella nostra HOME!

Summertime In Jazz