“Rorschach Visual & Music Project” e i loro spettacoli visionari

149

Una maschera che nasconde i volti di due Dj mentre un terzo “lavora nell’ombra”. Non tanto per non farsi riconoscere quanto, ci dicono, “per lasciare il campo alla nostra performance”, “perché sia slegata dalle persone che l’hanno creata. Non spersonalizzata, ma de-personalizzata. Perché assuma le sembianze e i significati che i presenti vogliono ad essa attribuire, nella più totale libertà!”

Avete mai assistito ad un loro spettacolo? Non perdete la prossima occasione perché è davvero unico: cattura lo spettatore, lo avvolge nelle spire della musica, lo trasporta nelle emozioni dei video e lo lascia a bocca aperta nella trasposizione e realizzazione del mapping che  i geni di “Rorschach Visual & Music Project” creano nelle loro performance.

Dietro le maschere ci sono Davide Ruzzenenti (grafico 3d e sviluppatore del “mapping”) Marco Zani (dj, esperto musicale) e Davide Morelli (produttore grafico e video).

Davide & Co. Come è nato il vostro progetto?
Davide Morelli: Nel modo più semplice! Avevamo già creato alcune situazioni in cui la musica di Marco si sovrapponeva ai miei video. Con Davide (Ruzzenenti)  abbiamo chiuso il cerchio con l’istallazione mapping 3D. L’occasione concreta per la prima rappresentazione ce l’ha fornita Chez Art che ci ha messo a disposizione il suo locale. In quell’occasione abbiamo utilizzato le seggiole Driade per il mapping.

Video: @ Alley Oop
[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”6718″,”attributes”:{“alt”:””,”class”:”media-image”,”height”:”129″,”style”:”display: block; margin-left: auto; margin-right: auto;”,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”283″}}]]

Da lì la cosa si è sviluppata ulteriormente!
Abbiamo visto che ha suscitato vivo interesse. Abbiamo avuto altre occasioni (Solho, Paradise, XNL,  Notte Bianca di Fiorenzuola) e altri, incuriositi, hanno sondato il terreno per collaborazioni teatrali, di musica classica, silente disco.

Emblematico è anche il nome che vi siete dati, chiaro riferimento al famoso test psicologico!
E’ quello che vorremmo suscitare. Rappresentazioni che possono essere liberamente interpretate. In cui ognuno vede qualcosa che è completamente diverso dal suo vicino. Un po’ come le famose macchie del test

Video: Skillaci Dj Set By Rorschach Visual Project
[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”6719″,”attributes”:{“alt”:””,”class”:”media-image”,”height”:”175″,”style”:”display: block; margin-left: auto; margin-right: auto;”,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”286″}}]]

Ho fatto un giro in internet e non ho visto altri progetti simili.
Vero! Anche noi abbiamo questo riscontro. Soprattutto perché una volta sviluppato il mapping  sulla superficie individuata, il lavoro che facciamo io (Davide Morelli) e Marco è prettamente “live”. Io ho una campionatura di diversi Giga di video così come Marco ha un bagaglio musicale enorme che proponiamo in presa diretta, spesso e volentieri improvvisando entrambi su quelli che stimiamo siano i gusti del pubblico, delle nostre sensazioni oppure per il contesto che si è venuto a creare.

E’ un progetto che può incontrare molte esigenze.
E’ proprio questo quello che stiamo studiando. Possiamo lavorare nel campo del marketing pubblicitario come ad esempio la presentazione di un nuovo modello di autovettura in cui la forma della carrozzeria è il contorno del mapping, ma anche feste di matrimoni, serate in discoteca, scenografia per rappresentazioni teatrali. Tante opportunità molto diversificate fra loro. Cosa interessante è che il progetto può essere presentato anche “in parti” cioè ad esempio solo musica e visual.

Progetto unico quindi, che, come detto, è tanto accattivante quanto eclettico e di impatto scenico incredibile. Cerchiamo di intrigarvi con alcuni video anche se rendono poca giustizia alla bellezza dello spettacolo dal vivo. Seguiteli sulla loro pagina Facebook, è un consiglio!

Video: @ Notte Bianca Fiorenzuola
[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”6720″,”attributes”:{“alt”:””,”class”:”media-image”,”height”:”192″,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”370″}}]]