StandUp! Ecco Giacomo Rovero

309
Giacomo Rivero,The Royal Ballet School, 2015, Credit: Johan Persson

Giacomo Rovero, 22 anni. La prima cosa che ti colpisce quando lo incontri è il suo sorriso contagioso e suoi occhi che ti trasmettono serenità e allegria.

Ebbene, Giacomo è davvero la stella più luminosa del firmamento artistico che brilla sul nostro territorio.

22 anni di talento immenso, considerato dalla rivista Forbes fra i 30 under 30 più influenti nella sfera culturale europea

22 anni di  classe pura, unico italiano nel 2016 ad entrare nel Royal Ballet di Londra, per entrarci poi definitivamente, con contratto indeterminato, nella Compagnia del Corpo di Ballo, in qualità di Artist dall’anno successivo.

Tutto comincia da Piacenza, dove Giacomo è nato, e dove ha iniziato a muovere i primi passi di danza, sotto la guida di Giuseppina Campolonghi, insieme a Michela Arcelli ed Elisabetta Rossi, presso l’Accademia Domenichino, per qui a Piacenza tornare, nel Gala di giovani stelle della danza Les Étoiles Junior, che domenica 2 febbraio alle ore 16 al Teatro Municipale.

Video:Symphonic Dances in rehearsal (The Royal Ballet)

Giacomo Rovero ha danzato l’ultima volta al Municipale nel 2011. Domenica in occasione di questo Gala a cura di Daniele Cipriani, sarà accompagnato da dieci giovani talenti della danza in un programma che spazia da celebri pas de deux del repertorio classico al contemporaneo.
Con lui si alterneranno sul palcoscenico del Municipale Nicola Del Freo (Teatro alla Scala di Milano), Leticia Dias (The Royal Ballet di Londra), Daniele Di Donato (Teatro San Carlo di Napoli), Diana Ionescu (Stuttgart Ballett), Maria Celeste Losa (Teatro alla Scala di Milano), Gabriele Fornaciari (Russian Ballet College di Genova, medaglia d’oro al VII Young Ballet of the world Yury Grigorovich Competition), Luisa Ieluzzi (Teatro San Carlo di Napoli), Matteo Miccini (Stuttgart Ballet), Daniel Rittoles (Badisches Staatstheater Karlsruhe, già Balletto Nazionale di Cuba), Mattia Semperboni (Teatro alla Scala di Milano).
Dal passo a due del balcone di Romeo e Giulietta di Kenneth Mac Millan, al pas de deux dal secondo atto de Il Corsaro firmato da Marius Petipa, con molteplici incursioni tra sonorità e coreografie contemporanee, il ricco parterre di astri nascenti del balletto non mancherà di regalare emozioni, in una grande festa dedicata alla danza.