Te Quiero Euridice | Le novità della band in attesa di altre uscite

115
Te Quiero Euridice

Torniamo a parlare dei Te Quiero Euridice, il duo piacentino ci parla delle novità legate alla produzione (e non solo!) in attesa delle nuove uscite

Ne abbiamo parlato poco tempo fa per la loro nuova uscita dal titolo “Shhh” e oggi ne approfittiamo (prima che arrivi qualcosa di nuovo…) per sentirli di nuovo, perché oltre al singolo, altre cose sono arrivate in casa TQE negli ultimi tempi.

Te Quiero Euridice 2019

Stiamo parlando di un nome legato alla produzione, quello di Simone Sproccati, e poi di chi li sta seguendo su altri ambiti per queste nuove produzioni, ossia Peermusic. A rispondere alle nostre domande è stata la voce del gruppo, Elena Brianzi.

Shhh è un pezzo cantato quasi sottovoce. Da dove arriva questo mood?

Si, è un pezzo molto intimo e delicato. L’idea è quella del silenzio o meglio lo zittire il cuor perché a volte ci sono emozioni difficili da gestire e paura di affrontarle. Il pezzo nasce una sera con una prima bozza con piano e voce che ho mandato subito a Pitti (Pietro Malacarne. Ndr) a cui è piaciuto molto. Da lì abbiamo mandato la prima demo a Simone Sproccati che è impazzito per il pezzo e abbiamo deciso di produrlo.

Capiamo che per i Te Quiero Euridice sono cambiate un po’ di cose, infatti sentiamo parlare di Simone Sproccati come produttore e la Peermusic come etichetta. Ci vuoi dire qualcosa a proposito???

Io e Pitti con Farncesco (Brianzi. Ndr), abbiamo contattato Simone, tipo a settembre 2019, e da lì è cominciato quello che doveva essere un lavoro di produzione, poi lui si è appassionato molto al progetto da qui è nata l’idea di fare tutto il disco insieme. Una volta pronto però siamo entrati nella prima quarantena e infatti le ultime voci dei brani le mandavamo da casa così come le ultime armonie. Lì c’è stato un momento di stasi con il disco ormai pronto e proprio in quel momento è arrivata la collaborazione con Peermusic, non come etichetta, ma come editore e distributore.

Te Quiero Euridice
Clicca sull’immagine per ascoltare “Shhh”

Come avete passato questi mesi di “non live”?

Devo dire che la prima fase non l’abbiamo vissuta troppo male perché eravamo immersi nella realizzazione dell’album e perciò era un periodo in cui di solito si è lontani dal palco. La mancanza dei live la cominciamo a sentirla molto da ora. Escono le prime cose, poi il disco e la pura di non poterlo suonare è molto pesante anche perché senza i live la musica non può respirare

Sappiamo che questo brano apre un percorso. Puoi anticiparmi già qualcosa?

Le cose da aspettarsi sono tante altre, ovviamente tante canzoni nei prossimi mesi e si spera qualche data. Posso dire che oltre al lato Te Quiero Euridice più intimo e delicato, ci sarà anche quello più leggero, diciamo più frizzante.