Torna Antichi Organi | 16-18 Ottobre

53
Torna Antichi Organi | 16-18 Ottobre

Torna la Rassegna “Antichi Organi”-Un patrimonio da salvare

Ultimi due concerti a San Polo (Podenzano) e Agazzano

16 ottobre, ore 21.00

SAN POLO (Podenzano)

Chiesa di San Paolo Apostolo

Stefano Pellini, organo

Marco Fornaciari, violino

Ernesta Maria Scabini, contralto

 Stefano Pellini

Nato a Modena, diplomato in Organo col massimo dei voti, ha completato i percorsi formativi di II livello in Discipline Musicali (Organo) e Didattica della Musica, entrambi con lode. Perfezionatosi con L. F. Tagliavini, M. Torrent, A. Marcon, P. Westerbrink, B. Leighton, K. Schnorr, O. Mischiati, M. Imbruno, svolge un’intensa attività concertistica sia in veste di solista che in varie formazioni.

Ha inaugurato restauri di importanti organi storici, nonché strumenti di nuova concezione.

Ha inciso “Riverberi, 900 e oltre” per Elegia Records (giudizio “ottimo” della rivista “Musica”), e sue registrazioni sono state trasmesse dalla Radio Vaticana. Nel 2016 è uscito un CD monografico dedicato alla musica di J. S. Bach (giudizio “eccezionale” della rivista “Musica”); di prossima scita un’incisione discografica su G. F. Handel.

Titolare dello storico organo cinquecentesco della Chiesa di S. Maria delle Assi in Modena – al quale ha dedicato il CD “Organ music around Via Aemilia” (anch’esso giudizio “ottimo” della rivista “Musica”) e consulente per il restauro dell’organo dell’Abbazia di S. Pietro (Modena), membro della giuria in concorsi organistici internazionali, ha tenuto oltre settecento concerti in Italia e all’estero (Europa, Giappone, USA).

Torna Antichi Organi | 16-17 Ottobre
Stefano Pellini, uno degli ospiti del concerto del 16 Ottobre per la Rassegna Organi

 Marco Fornaciari

Il violinista Marco Fornaciari nato a Livorno, ha studiato nella sua città, c/o l’Istituto Mascagni con il M° C. Chiti. Ha frequentato l’Accademia Chigiana con i M. F. Gulli, S. Accardo, R. Brengola. In seguito ha conseguito con distinzione il “Konzertdiplom” c/o il Conservatorio di Ginevra con il M° C. Romano.

Nel 1975 ha vinto il concorso nazionale Biennale di Vittorio Veneto.

Premiato ai concorsi internazionali di violino “N. Paganini e “R. Lipizer”, ha suonato nelle più importanti sale mondiali, dalla Scala, al Mozarteum.

E’ fra i pochissimi a cui sia stato concesso di suonare più volte lo Stradivari del Comune di Cremona ed il Guarnieri di Paganini del Comune di Genova, al Teatro carlo Felice.

Attivo anche come violista ha inciso 6 CD, per la Foné di G. C. Ricci, l’unica integrale delle composizioni di Paganini per violino e chitarra.

Torna Antichi Organi | 16-17 Ottobre
Marco Fornaciari, uno degli ospiti del concerto del 16 Ottobre per la Rassegna Organi

Ernesta Scabini

Si laurea in canto in giovanissima età presso il Conservatorio “Nicolini “di Piacenza con la guida del soprano Adelisa Tabiadon e in didattica della musica con lode presso il conservatorio “A. Boito” di Parma.

Inizia in giovanissima età l’attività concertistica collaborando con prestigiosi ensembles quali Mala Punica, Cappella di San Petronio- Bologna-, Gruppo Madrigalistico Fosco Corti, specializzandosi nella prassi esecutiva barocca con la guida di Emma Kirkby e Gloria Banditelli.

Contemporaneamente ha affrontato numerosi titoli di musica contemporanea partecipando ad importanti festivals del settore quali la Biennale di Venezia e ”Ritratti” di Rai Radiotre. Ha partecipato anche alla prima esecuzione della “Missa in puerorum oculis bellum” di Glauco Cataldo.

Ha eseguito ruoli operistici di B. Britten al Teatro Comunale di Modena con riprese nelle successive stagioni, al Teatro Comunale di Budrio e al Teatro Comunale di Carpi. Ha eseguito i principali titoli di musica sacra per contralto quali lo Stabat Mater di Pergolesi, le Passioni di Bach, e il Messiah di Handel che ha eseguito in una prestigiosa edizione con l’orchestra da camera di Mosca.

Ha interpretato il ruolo di Venere nel Ballo delle Ingrate di Claudio Monteverdi al festival de la Chaide- Dieu e ha esguito l’Anfiparnaso di Orazio Vecchi al Teatro Filarmonico di Verona. Ha collaborato con strumentisti di fama quali il violista Danilo Rossi, con l’orchestra sinfonica Arturo Toscanini e con l’orchestra da camera di Mosca.

Ha svolto inoltre un’intensa attività di artista del coro, collaborando con numerose formazioni corali e in maniera stabile con il Coro del Teatro Regio di Parma.

E’ titolare della cattedra di musica presso l’Istituto Comprensivo di Bobbio.

Torna Antichi Organi | 16-17 Ottobre
Ernesta Scabini, uno degli ospiti del concerto del 16 Ottobre per la Rassegna Organi

 Domenica 18 ottobre, ore 21

AGAZZANO

Chiesa di Santa Maria Assunta

Federico Perotti, organo

Antonio Quero, tromba

Valentino Caico, tromba

 Federico Perotti

Nato a Piacenza nel 1993 si è diplomato con lode sia in Organo e Composizione organistica (E. Viccardi) che in Composizione (V. Zago, C. Ballarini) studiando nei conservatori di Piacenza, Como e Milano, specializzandosi poi con il M° Salvatore Sciarrino presso l’Accademia Chigiana. Ha partecipato a diverse masterclass di interpretazione di musica organistica tenuti dai maestri Montserrat Torrent, François-Henri Houbart, Andreas Liebig, Micheal Radulescu, Jean Claude Zehnder, Christopher Stembridge, Ferdinando Tagliavini, Manuel Tomadin, Enrico Viccardi e Giancarlo Parodi.

Ha suonato in qualità di solista in numerose rassegne nazionali e internazionali e come continuista con formazioni e gruppi come l’accademia barocca Italiana e l’Orchestra Filarmonica Italiana. Sue composizioni sono state eseguite in Svizzera, Germania e Italia in diverse stagioni musicali tra cui Mese della Musica (Duomo di Milano), MilanoMusica, Incontemporanea, Taverna Maderna. Tra le esecuzioni, La Camerata Strumentale di Prato nel 2017 ha commissionato ed eseguito durante la stagione sinfonica “Galuppiana” per oboe e orchestra trasmessa in diretta su “Rete Toscana Classica”.

Sue composizioni sono state eseguite inoltre da “Orchestra Jupiter” di Schio, Quartetto Prometeo, “Altrevoci Ensemble” e da “Collettivo 21” e dirette da i Maestri Filippo Maria Bressan, Jonathan Webb, Antonio Eros Negri. In qualità di direttore di Coro dirige l’ensemble “Vox Silvae” di Piacenza dal 2015. L’oratorio “Franca da Vitalta” per soli, coro e strumenti è stato inciso e pubblicato per l’etichetta discografica Tactus di Bologna. Attualmente è tirocinante e allievo di Francesco Filidei a Parigi.

Svolge inoltre l’attività di organista titolare in San Sisto a Piacenza, nel Monastero Benedettino di San Raimondo.

Torna Antichi Organi | 16-17 Ottobre
Federico Perotti, uno degli ospiti del concerto del 18 Ottobre per la Rassegna Organi

 Antonio Quero

Classe 1970, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio di Musica Statale «G. Nicolini» di Piacenza, diplomandosi brillantemente in tromba nella classe di Lauro Bassi nel 1988 e perfezionandosi, in seguito, sotto la guida di Silvio Franzini e Gianni Satta.

Svolge da allora, un’intensa attività concertistica in Italia e all’Estero sia come solista che con formazioni orchestrali e cameristiche italiane.

Ha fatto esperienze in diversi campi dell’esecuzione musicale, dalla musica barocca a quella contemporanea ed anche con formazioni di musica jazz, funky, soul. Dal 1987 è parte costituente del Gruppo Strumentale «Phonurgìa Nova» (due trombe e organo) col quale è stato premiato ai concorsi nazionali di Cento di Ferrara e Genova e con il quale svolge una regolare attività concertistica, in ambito di vari festival nazionali ed internazionali: Organi Antichi (BO), Amici dell’Organo (AL), Senigallia Organ Festival (AN), Antichi Organi (PC).

Premiato come solista ai Concorsi Nazionali per strumenti a fiato di Genova e Tortona, ha preso parte a corsi internazionali di formazione orchestrale e di perfezionamento cameristico. È Maestro Direttore della Banda «Carlo Vignola» di Agazzano (PC) dal 1998, con la quale collabora sin dal 1977, sia come musicista che come docente di teoria e solfeggio ed ottoni e con la quale ha inciso nel 2015 il cd «Un amore così grande».

Dal 2004 dirige la «Schola Cantorum Paolo Guglielmetti» di Agazzano (PC). Collabora attivamente con l’etichetta Tactus di Bologna, punto di riferimento della discografia mondiale grazie alla sua esclusiva specializzazione nella riscoperta e valorizzazione del patrimonio musicale italiano. Per essa ha inciso il doppio cd dedicato alle opere sacre di Giovanni Tebaldini (TC.862090) e il triplo cd contenente le opere sacre di Pellegrino Santucci (TC.911990).

Torna Antichi Organi | 16-17 Ottobre
Antonio Quero, uno degli ospiti del concerto del 18 Ottobre per la Rassegna Organi

 Valentino Caico

Nasce a Piacenza il 29/10/2005. Inizia lo studio della musica a nove anni sotto la guida del padre, docente di tromba al Conservatorio di Cremona.

Frequenta il secondo anno del triennio accademico di tromba presso il Conservatorio “G.Nicolini” di Piacenza. Sin da giovanissimo partecipa ai corsi di perfezionamento strumentali presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile di Lanciano e la World&European Brass Association di Colonia perfezionandosi al trombino e allo stile barocco con il Prof. Otto Sauter , solista internazionale. Vincitore di numerosi Primi Premi in concorsi internazionali musicali quali: “LAMS” di Matera, “Giovani in Crescendo” di Pesaro, Premio “Città di Massa”, Premio “Orchestra Sinfonica Rossini” di Pesaro, “ISCART” di Lugano, “Antonio Cericola Award” di Chieti, “CIMP” di Pesaro, Premio “Ortona Città d’Arte”, “Val Tidone Festival”, “Enrico Arisi” di Vescovato (CR), Premio “Città di Giussano” (MB).

A soli 14 anni, su invito della World Brass Association di Colonia, si esibisce in Germania come solista nel Concerto in Re Maggiore di Telemann presso il Castello di Wartburg. Collabora come trombettista in formazioni orchestrali di musica classica e di varietà, in Italia e all’estero.

Si ricorda che per partecipare ai concerti è necessario essere muniti di green pass.

Torna Antichi Organi | 16-17 Ottobre
Valentino Caico, uno degli ospiti del concerto del 18 Ottobre per la Rassegna Organi

Andate alla home per scoprire tutte le altre news!

Summertime In Jazz