Un “Muro del suono” per Elia

97

Non solo sport, salute e sicurezza ma anche tanta musica all’interno di “I like Trebbia”, l’iniziativa del Comune di Rivergaro e Ausl Piacenza, in collaborazione con River Life, che dalle 15 di sabato pomeriggio si pone l’obiettivo di avvicinare tutti, giovani e meno giovani, a vivere di più e meglio in mezzo alla natura.

Una parentesi, quella che inizierà alle 21, dal nome “Muro del suono” che va ben oltre il lato puramente musicale. Infatti l’evento è completamente dedicato alla memoria di Elia Battini, giovane batterista rivergarese che si è spento dopo una lunga malattia, lo scorso marzo.

Il nome dell’iniziativa proviene dall’idea di dedicare ad Elia, oltre al concerto, un murales nel sottopassaggio principale che porta sul Lungotrebbia di Rivergaro. Murales che sono stati gli stessi amici del ragazzo a realizzare.

Saranno 3 i gruppi che saliranno sul palco per chiudere “I like Trebbia”: The Hilloks, Wake Up e i The Graduates insieme a Corrado Bertonazzi. Rispettivamente i gruppi porteranno sul palco le grandi hit dei Beatles, tanto pop-rock internazionale e l’indie-rock tipicamente di stampo british. Tutti uniti dal fatto di aver conosciuto Elia come amico e come musicista.

A completare l’esibizione ci sarà anche il corpo di ballo della scuola di danza Tersicore che coreograferà alcuni pezzi delle band.

Come ci hanno spiegato i ragazzi “Il murales ed il concerto, sono due modi semplici ma per noi molto importanti per ricordare Elia. Per lasciare un segno tangibile alla comunità di Rivergaro e alla sua famiglia. Un ricordo bello ed in musica, come sarebbe piaciuto a lui”.