Ai Giardini Sonori arriva l’elettronica con AFA 2016

205

Due serate completamente dedicate alla musica elettronica, quelle di domani e di sabato sera ai Giardini Sonori. Infatti per la sesta volta torna AFA, il Festival della Cultura Elettronica a cura di Dabass Crew. Quest’anno AFA, che si ripromette di cercare suoni anomali e nuove vibrazioni, si lega al progetto Sound Round un percorso per lo sviluppo di progettualità sonore che vedrà nascere nei prossimi mesi un mapping esclusivo prodotto da Audiozone Studio, Rorshach – Visual Project e Kaleidos.

Per scoprire meglio Afa 2016 abbiamo fatto un paio di domande ad uno dei 2 organizzatori dell’evento: Emilio Solenghi.

Per chi non lo conoscesse, che cos’è AFA?

AFA è l’idea, nata 6 anni fa da me e dal mio socio Massimo Araldi, di portare musica e cultura elettronica a Piacenza, tramite live set, dj set, presentazione di libri, installazioni, progetti architettonici. Ogni anno AFA ha creato eventi differenti l’uno dall’altro, cambiando spesso location, partner e collaborazioni. Abbiamo transitato a spazio 4 i primi anni, poi al Baciccia e quest’anno doppia location, il maggio 13 ed il 14 ai Giardini Sonori, ospiti del progetto Sound Round e ad agosto, il 20 e il 26, ospiti di Concorto

Per chi non c’è mai stato, come lo descriveresti?

Fondamentalmente è un festival d’interazione. Si pone l’obiettivo di coinvolgere il pubblico con gli artisti, scambiarsi contatti, stimolare i partecipanti con uno spettacolo che aiuta a cercare e approfondire il tema di sperimentazione musicale e cultura underground. AFA è un festival underground, nasce dal basso e si esprime insieme a realtà analoghe sparse sul territorio nazionale. Contatti che creano contatti, dove la musica e la comunicazione diventano i canali necessari per costruire un ponte che “porta” e nello stesso tempo “esporta”.

Da questa edizione che cosa dobbiamo aspettarci? E dai live?

La musica in primis, uno spazio totalmente riadattato da Sound Round per ospitare il festival, la presentazione di libri, banchetti espositivi di musica e libri, visual e sicuramente eventi che in città non si ripeteranno. Per quanto riguarda i live di questa 2 giorni si possono definire sicuramente sperimentali, ma anche danzerecci nel significato creativo del termine.

 

Ecco il programma della due giorni ai Giardini Sonori:

 

VENERDì 13.05.2016

————————————

(19:00) / 22:00 – 01:00

 

ore 19:00 Dabass crew dj set

ore 22:00 presentazione “Frankenstein Goes To Holocaust” di Riccardo Balli (Agenzia X Edizioni) con l’autore e Paolo Gozzetti alias Sigmatibet

————————————

– DJ BALLI

(SONIC BELLIGERANZA) dj-set +

installazione: FRANKESTEIN SONORI: ZOMBIE(mega)RAVE!

 

SIGMATIBET (LIVE)

(FLTR)

 

SABATO 14.05.2016

————————————

(19:00) / 22:00 – 01:00

————————————

 

ore 19:00 Dabass crew dj set

 

PABLITO EL DRITO (8 BIT LIVE)

(REXISTENZ / IDROSCALO DISCHI)

 

GIONA VINTI (LIVE)

(REXISTENZ / OLD BICYCLE RECORDS)