Anche a Piacenza arriva Erin K. Scopriamola prima del live al Baciccia

52

Noi di PMP vogliamo mettere sempre al primo posto l’onestà e di conseguenza vi diciamo che: Erin K, che suona stasera al Baciccia, non la conoscevamo proprio.

E allora cosa si fa in questi casi? Google, Youtube, Spotify. E dato che il tempo è (sempre) poco, questo pezzo per l’evento di stasera lo scriviamo proprio ascoltando per la prima volta Erin K. E da dovere si sta trasformando in piacere.

In giro, sul web, su di lei abbiamo trovato più volte il termine “anti folk londinese”, ma dato che noi dei termini che fanno un po’ etichettatura non ce ne facciamo niente, vi possiamo dire che, anche se non si trova più di tanto in rete, è piacevole. Suoni belli da ascoltare nelle diverse sfumature. Una bella scoperta.

Una bella scoperta per noi, ma probabilmente non per tanti altri appassionati che l’hanno ascoltata nelle tantissime date in cui ha girato il nostro paese negli ultimi 3 anni. Eh già, perché se le sue origini sono divisibili fra UK e USA, il nostro bel paese è diventato un po’ la sua seconda casa.

Il merito è di Rochetta Booking che l’ha voluta con lei, e anche delle collaborazioni che dal 2013 ad oggi l’hanno legata artisticamente all’Italia. Una su tutte, quella con gli Zen Circus, ed in particolar modo con Andrea Appino che in poco tempo è diventato il produttore del suo primo album, registrato a Livorno, in uscita il 27 gennaio per La Tempesta.

Insomma, se proprio non l’avete capito, questa sera è un’ottima occasione per ascoltare qualcosa che potrebbe diventare molto ricercata solo fra qualche mese. Poi non dite che non ve lo avevamo detto!

Ps.: volete un assaggio?! Va bene, eccolo http://bit.ly/2hCkLQT