Rassegna “Antichi Organi”. Due concerti nel W-E: San Pedretto e Muradello

60

I prossimi due concerti della Rassegna “Antichi Organi. Un patrimonio da salvare” a cura dell’associazione Banda Larga, si terranno a San Pedretto e Muradello

L’antico organo BOSSI-URBANI del 1872 di San Pedretto, sarà protagonista del concerto che si terrà sabato 18 settembre alle ore 21:00 

Antichi Organi
Andrea Gottardello

Sarà l’organista Andrea Gottardello a suonare l’antico organo.  Insieme a lui sarà artefice del concerto il Coro “Ponchielli Vertova” e “Consonanze” diretti da Patrizia Bernelich.

 

 

 

Nicolò Sari

Domenica 19 settembre, sempre alle ore 21 la rassegna si sposta nella chiesa di Muradello dove è presente l’organo “Gianfrè-Chiesa” del 1836.

 

 

Rebecca Brusamonti

Protagonista del concerto Nicolò Sari, organista. Insieme a lui la soprano Rebecca Brusamonti. Oltre a loro, special guest della serata, Pietro Tagliaferri al sax soprano e Angela Sfolcini (voce)

 

 

Andrea Gottardello, varesino, ha conseguito i diplomi accademici in Pianoforte e, con L.Bertani e P.Vescovi, in Clavicembalo, Organo e Composizione Organistica, riportando sempre alte valutazioni nelle prove esecutive e compositive, ottenendo il “Diploma di distinzione” del Conservatorio di Piacenza e del “Premio Zanaboni”; per l’organo al concerto dei migliori diplomati. Gli è stato conferito nel 2004 il III° Premio, medaglia d’argento del presidente della Camera dei Deputati, alla finale della VI° edizione del concorso
organistico “G.Giarda”; di Roma sotto l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica, riservato ai migliori organisti diplomati nei Conservatori italiani. Si è perfezionato con eminenti concertisti tra cui R. Cappello, H. Czerny-Stefanska, T.Poli, R. Antonello, M. C. Alain e Guy Bovet da cui ha ricevuto lusinghieri apprezzamenti per l’abilità nell’improvvisazione e la padronanza del contrappunto in stile di Bach. Proprie composizioni in stile per organo sono edite per i tipi di Armelin (PD). Ha interpretato brani di Bach durante le riprese di un documentario sulla celebre Casa Organaria Mascioni di Varese realizzato e prodotto dalla RAI.
Ha composto il Poema Sinfonico “Una notte a Punta di Mezzo” eseguito come evento di punta per le celebrazioni dei 200 anni della città di Varese diretto da R. Bianchi, e “ANNE FRANK, EEN LEVEN”, biografia sinfonica in 7 movimenti dedicata alla ragazza ebrea di Amsterdam vittima della ferocia nazifascista.
Il Teatro Manoel di Malta gli ha commissionato l’opera sinfonica “Inquietudine di S. Pietro”, eseguita al festival internazionale de La Valletta dalla Malta Symphony Orchestra sotto la direzione di R. Bianchi, definita dal critico musicale del Times di Malta un’opera di potente e profonda drammaturgia”.
Seguita a perfezionare la tecnica gestuale con R. Bianchi e dirige i cori Città di Luino e il Chorus Insubriae dell’università di Varese. Dal 2000 è organista titolare i S. Kolbe a Varese.

Nicolò Sari, veneziano, nato nel 1987, si diploma col massimo dei voti in organo e composizione organistica al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia, studiando con Elsa Bolzonello Zoya e Roberto Padoin.
Numerosi i riconoscimenti in concorsi organistici internazionali: il secondo premio con primo non assegnato al concorso J. P. Sweelinck di Amsterdam, il primo premio ai concorsi internazionali di St. Julien du Sault (Francia), Pistoia, Fano Adriano, Muzzana del Turgnano e Varzi. Altri riconoscimenti a Graz, Borca di Cadore… Svolge attività concertistica in Italia e all’estero, ospite di importanti festival. Si è esibito, da solista, con l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra da camera di Ravenna e l’Orchestra di Padova e del Veneto. Nel 2012 ha conseguito il Biennio specialistico in organo (con Lode) al Conservatorio “A.
Pedrollo” di Vicenza con Roberto Antonello. Nel 2014 il Biennio specialistico in clavicembalo (con Lode), con Patrizia Marisaldi. E’ direttore artistico del Festival Organistico Internazionale “Gaetano Callido” di Venezia.

Rebecca Brusamonti, giovanissima soprano, è nata a Codogno (LO) il 4 ottobre 2001. Interessata fin da piccolissima alla musica classica e all’opera lirica, si è diplomata con il massimo dei voti al liceo classico M. Gioia e prosegue gli studi umanistici presso la facoltà di Lettere dell’Università di Pavia. Per tre anni ha frequentato il corso di pianoforte principale nella classe di Patrizia Bernelich presso il conservatorio Giuseppe Nicolini di Piacenza, dove attualmente studia Canto Lirico con il soprano Maria Laura Groppi. Ha
approfondito la pratica vocale con il soprano di fama internazionale Rossella Redoglia e il M. Lorenzo Nicolò Arruga e perfeziona lo studio dello spartito con i Maestri Paolo Burzoni, Corrado Casati e Martino Faggiani.
Nel novembre 2019 ha partecipato alla seconda edizione del “Concorso Internazionale di San Colombano” vincendo il Premio Speciale “Giovanni Rossi”. È stata voce solista del coro Ponchielli-Vertova di Cremona e del coro Filarmonico di Piacenza, del coro Montegiogo di Lugagnano, diretto dal M. Paolo Burzoni; ha collaborato inoltre con il Coro Vallongina. Ha eseguito prestigiosi concerti in Italia e all’estero e, in particolare, in Polonia è stata protagonista dell’evento per celebrare i dieci anni di gemellaggio tra il Comune
di Pontenure e il Comune di Olkusz. Ha partecipato anche a manifestazioni importanti nella tradizione culturale piacentina e a concerti per enti benefici con critiche positive dalla stampa.

 

Tutte le altre notizie in HOME

Summertime In Jazz