Gianni Coscia e Gianluigi Trovesi: il concerto che inaugura il PcJazzFest 2021

154
I nonni del Jazz made in Italy Gianni Coscia (90 anni all’anagrafe) e Gianluigi Trovesi che di candeline ne ha spente “solo” 77 hanno tenuto a battesimo la 18° edizione del PcJazzFest e lo han fatto con la saggezza dei loro anni vissuti.

Con la leggerezza e l’ironia di chi è rimasto giovane dentro e vuole ancora scherzare con se stesso e con il pubblico. Con il pathos che il loro cuore riesce a trasmettere agli strumenti per donare agli spettatori attimi di armonie d’altri tempi che “fanno stare bene”

PcJazzFest Gianni CosciaIl concerto è (quasi) tutto una dedica all’amico di una vita di Gianni Coscia, Umberto Eco. Compagni di banco dal ginnasio e poi amici per tutta una vita.

Concerto che deriva dall’omaggio che i due han reso a Eco nel 2019 quando hanno inciso “La misteriosa musica della Regina Loana” basato su enfatizzazioni musicali del libro autobiografico di Eco “La misteriosa fiamma della regina Loana”. Libro nel quale Coscia dice “lì dentro si parla anche di me”

Video

Una narrazione sonora che ci porta di filata nelle musiche degli anni 40 e 50 con “Ma l’amore no” oppure “1000 lire al mese” senza scordare “Pippo non lo sa” e tante nelle quali le armonie di fisarmonica e clarinetto hanno tessuto tappeti sognanti e terapeutici.

Video

In aggiunta tre capolavori, il primo “Variazioni sulla follia” con Coscia che racconta “lo suonavamo in trio a casa di Eco. Lui suonava il flauto dolce“. Il secondo: una dedica di Coscia ad un amico partigiano morto nel 1944 che mescola sapientemente i sacri bordoni lasciando intravedere sullo sfondo, con delicatezza, la musica della canzone della rinascita: Bella Ciao.

Video: Granola

Il terzo, il bis. Magnifica, disarmante, sognante interpretazione di “Moonlight Serenade” di Glenn Miller con finale ad “applauso sospeso” per trattenere e portare a casa la tenerezza della melodia.

Per ogni info sul Piacenza Jazz Fest visitate www.piacenzajazzclub.it

Per ogni altra info sulla musica di Piacenza rimanete su www.piacenzamusicpride.com

Summertime In Jazz