Cover stories: Hendrix e la copertina “tradita”

122

A soli 25 anni Hendrix pubblica il suo terzo album, il visionario Electric Ladyland. Un disco di categoria “altro”, senza genere di riferimento, una stella solitaria tra gli album rock. È semplicemente “altro”. Odiava profondamente il termine psichedelico, lui che era cresciuto suonando la chitarra acustica mentre ascoltava i dischi di Muddy Waters e Chuck Barry. Hendrix stesso chiamava Electric Church Music il suo modo di intendere il rock e il blues. Electric Ladyland è di fatti il suo testamento artistico. Il primo comandamento è enunciato in Voodoo Child (in doppia versione), un blues dalle sonorità estese oltre ogni limite e la trascinate cover di All Along the Watchtower, che è decisamente più famosa dell’originale di Bob Dylan.

[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”7787″,”attributes”:{“alt”:”Copertina fronte e retro e il disco”,”class”:”media-image”,”height”:”160″,”title”:”Copertina fronte e retro e il disco”,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

Hendrix qui si improvvisa anche grafico e invia alla casa discografica una lettera con in piccolo schizzo di come voleva che fosse la copertina del doppio album. Scelse una foto naif in cui erano ritratti lui, Noel Redding (basso) e Mitch Mitchell (batteria) seduti sulla statua commemorativa di Alice nel paese delle meraviglie con alcuni bambini. Una foto molto post adolescenziale, ingenua e infantile. Nessuno lo ascoltò. Infatti, per l’edizione americana dell’album, scelsero un suo primo piano modificato in scala di rossi.

[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”7788″,”attributes”:{“alt”:”Le 19 ragazze \”non volute\””,”class”:”media-image”,”height”:”240″,”title”:”Le 19 ragazze \”non volute\””,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

L’edizione inglese uscì con una copertina diversa. La casa discografica pensò bene di inventarsi una trovata pubblicitaria che permettesse di far parlare del disco. Assoldò un fotografo, David Montgomery, e lo mandò alla ricerca di 19 ragazze, per fotografarle nude: £5 mezze nude, 10 nudo integrale. Le riunì tutte, ad una le mise una foto di Hendrix in mano e le fotografò. Ecco la copertina apribile ed ecco le veneri elettriche stampate su tutta la cover. Venne distribuito senza problemi. Ma nonostante la bellezza naturale della cover, molti negozi si rifiutarono di metterlo in vendita perché considerato pornografico.

Hendrix andò su tutte le furie per la questione. La trovata squisitamente commerciale era controproducente. Alla fine si sarebbe parlato più dello scandalo che della musica che era contenuta sul vinile e questo a Hendrix non andava per niente bene, così impegnato a diffondere il verbo della chiesa elettrica. Venne ritirata dal commercio e ristampata con la versione USA per diventare una rarità da collezionisti. Se fate un giretto su discogs.com, la copia meno costosa è quotata 280 euro. Quella più cara 5000!