Crazy Sound | Riparto gli open day con le parole di Cricchini

103
Crazy Sound Open days

Ancora due giorni aperti a tutti per conoscere la scuola di Podenzano. Appuntamento il 19 ed il 20 settembre

Torniamo a parlare di Crazy Sound, anzi torniamo a “far parlare” Crazy Sound, perché a Podenzano ripartono gli open day. Dopo lo scorso fine settimana sono in programma ancora due giornate aperte a tutti per conoscere una delle realtà musicali più belle di Piacenza e provincia.

Come cerchiamo di fare il più spesso possibile, per raccontarci queste giornate, le prossime due sono fissate per sabato 19 e per domenica 20 settembre (questo week end insomma!), facciamo parlare direttamente chi sarà parte attiva ossia Paolo Cricchini, il Presidente di Crazy Sound.

Presentaci la seconda due giorni di open day!

Ciao, abbiamo deciso di portare avanti la tradizione ormai consolidata negli ultimi anni di fare due week end di open day. Potete trovarci il 12 – 13 e il 19 – 20 di settembre nella Nuova Piazza di Podenzano dove vi aspettiamo per proporvi i nostri corsi di musica.

Possiamo considerarlo come un ritorno alla normalità?

Possiamo considerarlo un tentativo. Il 2020 ha cambiato le carte in tavola e noi stiamo provando a stare al passo.

Come sono stati questi mesi?

Inutile negarlo, non è stato facile. Specialmente il nostro settore è rimasto un po’ in disparte. La nostra priorità è stata quella di garantire nei limiti consentiti il lavoro ai nostri insegnanti che della musica fanno il loro mestiere.

Purtroppo la vostra festa é saltata, ma c’è l’idea di rilanciarla se la situazione si stabilizza?

Assolutamente no, Fare un evento come la Crazy Fest comporta che ci siano tutte le condizioni per rendere la festa davvero “Crazy” altrimenti non sarebbe tale e non avrebbe senso farla. Ora come ora non ci sono le condizioni per poterla affrontare con lo spirito giusto e questo è imprescindibile.

I numeri della crazy sound sono cresciuti negli anni: qual è l’obiettivo che vi ponete ora che siete una realtà consolidata?

Negli ultimi anni l’obiettivo è sempre lo stesso: seguire i nostri ragazzi nel loro percorso musicale e accogliere chi vuole iniziarne uno. Come associazione i numeri non sono mai stati il fulcro del nostro operato, quanto invece lo è stato costruire un ambiente sano e famigliare per tutti.

Per voi che di musica ci vivete, quanto é stata importante per voi e per i vostri allievi la musica in questi mesi?

Senza essere tutti professionisti la musica ci accompagna sempre nelle nostre giornate. Per noi è stato un mezzo di affrontare le difficoltà con uno spirito migliore.