The Curly Project | Regina è la loro nuova cover, tra pop e rap!

126

Dopo il Natale, anche la primavera diventa il momento giusto per una nuova cover dei The Curly Project: ecco Regina

Di Giovanni Anselmi e Simona Zeccone, che da un po’ di tempo insieme formano il The Curly Project, ne avevamo parlato a Natale per la loro cover di Merry Xmas Everybody (che trovate cliccando qua) ma ora, passato qualche mese, tornano nella nostra home.

Lo fanno con un pezzo bellissimo, Regina di Davide Shorty, che loro hanno rivisitato in versione chitarra e voce. Una versione che varia dall’originale, ma che non perde nellaa sua freschezza. Ecco cosa ci ha detto a proposito di questo brano, la “chitarra” del duo, Giovanni.

Un pezzo che mi sa un po’ di anni ’90. Un pop un po’ malinconico che mi sembra si adatti molto bene alla voce di Simona. C’è stato molto lavoro per cucirgliela addosso?

Il sound è una figata! Magari non abbiamo mai avuto modo di esternarlo nei nostri precedenti lavori, ma suonare questo brano è risultato molto naturale, nonostante per Simona fosse la prima esperienza con una strofa rappata.

Sappiamo che la firma è molto importante, quella di Davide Shorty. Come è nata questa scelta?

Seguo Shorty dall’uscita di “straniero” il suo primo disco, finalmente ho trovato l’occasione di fare un suo brano.

The Curly Project - In posa per Regina

Da sempre la tua dimensione, ma vale anche per Simona, è quella del palco in mezzo alla gente. Dal punto di vista di creazione musicale, questo momento, ti da il tempo di creare oppure, destabilizza troppo con la sua incertezza per pensare a cose nuove?

La nostra attività era al 99% live, non ho mai curato troppo la parte social e quindi è difficile emergere in questo contesto. In questo momento la musica è una terapia per noi stessi, gli eventuali numeri sui social sono un effetto collaterale.

Per quanto riguarda l’aspetto creativo sarebbe un momento da sfruttare, le difficoltà e la sofferenza generano creatività… Di solito non si ha mai tempo per rallentare e trovare il tempo per scrivere una canzone, nel 2018 infatti scrivevo “There’s no time”, ora è tutto il contrario, anche se non è mai facile (scrivere una canzone).

Una riflessione personale: mi sembra che la voce di Simona sia cresciuta molto in questi mesi. Me lo puoi confermare anche tu, da “partner musicale”?

Simona e la sua voce sono in continua maturazione, soprattutto da quando canta con me (😜)

Dopo il brano di Natale è arrivata questa bellissima “Regina”. Dobbiamo aspettarci altro in questa primavera?

Abbiamo diverse idee ma ancora nulla in programma, imprevedibili come un dpcm!