Fuoritono | Una nuova scuola di musica è nata in città

227
Fuoritono - I docenti

Dalla passione di Daniele e Mariano dal 1 ottobre ha preso vita Fuoritono

Anche se siamo arrivati un filo lunghi, abbiamo scoperto che nella nostra città c’è una nuova scuola di musica! Si chiama Fuoritono (prendendo il nome dall’associazione omonima da cui è nata), la si trova in via Caorsana 34 d, ed è il parto della passione di Daniele Laurenti e Mariano di Martino.

Una nuova scuola di musica che rappresenta non solo la passione, ma anche il coraggio di questi ragazzi dato il periodo storico che viviamo e anche la difficoltà di diffondere la cultura della musica nella nostra Piacenza (e non solo!).

Proprio per questo abbiamo cercato appena possibile un contatto utile per parlare di Fuoritono, e a risponderci è stato uno dei due ragazzi che hanno dato vita a questa nuova scuola, Daniele Laurenti.

Da chi nasce l’idea di dare vita a Fuoritono?

Nasce da me in un primo momento, quando stavo mettendo a posto la mia vecchia sala prove dove mi trovavo una volta settimana con la band per suonare, già li avevo pensato che spazi del genere potessero essere sfruttati ancora di più attraverso la didattica. Poi anche Mariano mi ha seguito in questa cosa. Essendo anche noi ancora studenti di musica in formazione, abbiamo parlato con due docenti e abbiamo unito l’utile al dilettevole proponendo loro una collaborazione per dare lezioni oltre che nelle altre scuole e accademie dove già insegnano.

L’idea in effetti c’era già da tempo, quando in una prima sala prove che avevamo allestito, ci è piovuto dentro e abbiamo dovuto buttare via tutto. Poi è arrivato il momento del dopo lockdown in cui molto docenti erano molto meno impegnati rispetto a prima e allora lì abbiamo deciso di partire.

Fuoritono

Come si è formata la “squadra” di professori?             

Tutti sono stati scelti grazie alle varie conoscenze musicali che abbiamo fatto in questi anni. Questo sia dal lato lombardo, io abitavo a Codogno, che da quello piacentino. Tutti trovati insomma grazie alle nostre conoscenze in ambito musicale.

Il momento storico è uno dei peggiori possibili, nonostante questo siete partiti. Come sono state queste settimane?

Si, questa scelta ha stupito un po’ tutti. Però è stata fatta in quel momento proprio perché al termine del lockdown avevamo tutti un po’ più tempo libero per dare vita a Fuoritono. L’inizio vero e proprio poi è stato ad ottobre quando abbiamo fatto 3 settimane di prove gratuite e al termine siamo partiti con 16 studenti e oltre a loro anche con 5 o 6 band ormai fisse che vengono a suonare da noi. Ovviamente, anche per le richieste degli studenti, tutto è fatto nel massimo rispetto delle norme e delle attenzioni, però nonostante queste preoccupazioni la partenza è stata davvero buona.

Fuoritono - Corsi di batteria

Non male partire subito con questi numeri!

Crediamo che per riuscire aver avuto subito molti allievi il motivo sta nell’aver lavorato molto bene sui social e sulla comunicazione in generale, poi ovvio, ci sono anche tante conoscenze che ci hanno aiutato. Però è giusto dire che nessuno dei “prof” ha portato con sé allievi che aveva da altre parti, perciò si parla solo di gente nuova.

Questo è il formato definitivo della scuola oppure nei prossimi tempi pensate ad un nuovo possibile sviluppo in termini di proposta?

L’idea di allargare gli spazi c’era già, ma la cosa è diventata più realistica solo una settimana fa quando si sono liberati dei box da parte a noi, con la possibilità di creare un ambiente unico. Per adesso però è una idea che rimane lì perché vogliamo vedere come prosegue questa situazione legata al Covid. In progetto ci sarebbe il passaggio da una a tre sale, più grandi e belle, più un ingresso con reception e sala d’attesa attrezzata con divani e macchinette per bevande calde, fredde e snack. Comunque se ne parlerà per la stagione scolastica 2021-22.

In mezzi ai progetti, ci sarebbe anche quello di essere una sala di registrazione?

C’era anche quel pensiero ma poi l’abbiamo abbandonata, questo perché o la fai bene o non la fai. Per farla come si deve bisogna parlare di una stanza di almeno 4 metri per 4 e questo voleva dire un ulteriore investimento. Allora ci siamo fermati e abbiamo preferito rimanere così, in pieno stile home recording.

I docenti di Fuoritono

Canto: Mauro Cantonetti e Simona Zeccone

Chitarra: Andrea Toninelli

Piano forte e tastiere: Davide Croci

Batteria: Michele Montresor e Alex janev

Dj: Simone Polini

Home recording: Giovanni Anselmi

Basso: Gianni Grecchi

Contatti utili

Telefono e Whatsapp: +393460282915

E-Mail: fuoritono.studio@gmail.com

Facebook: fuoritonostudio

Instagram: @fuoritono_studio