L’Irish riparte con An Harbor ed Emile Bernard

78

Riparte il 2016 live all’Irish con una serata davvero speciale. Si, si dice sempre così, ma stavolta la è davvero e per due buoni motivi. Ovviamente i due buoni motivi arrivano con i due ragazzi che saliranno sul palco.

Il primo buon motivo è Federico Pagani, in arte An Harbor. Lui lo conosciamo bene ormai già da diverso tempo e chi non lo avesse conosciuto prima lo ha scoperto un annetto e mezzo fa sul piccolo schermo. Da lì, tutti si sono resi conto che cosa stesse maturando sotto il naso di molti nella nostra Piacenza. Su Federico poco da aggiungere, porterà la sua chitarra e la sua voce per farci sentire i pezzi del suo album (ormai ci siamo, ma ne riparleremo) e per festeggiare il suo compleanno (fare auguri).

Il secondo buon motivo è Paolo Fornasari, in arte Emile Bernard. La sua esibizione dà il carattere dell’eccezionalità alla serata, infatti è qui solo di passaggio per poi tornare nella sua Londra e forse prima di un annetto non sarà di ritorno. Emile/Paolo vive a Londra, ma fino a 10 anni fa era di casa a Piacenza e nel cambio, si è spostato dall’italiano all’inglese anche per quanto riguarda la lingua dei suoi testi. Testi che accompagnano suoni indie-pop-rock molto melodici e malinconici con una voce che ricorda un po’ quella di Dave Gahan (ma questo lo dice il sottoscritto. Non fa testo).

Fra An Harbor ed Emile Bernard si creerà una situazione musicale un po’ dark ma non troppo, passando dall’acustico all’elettrico e chi lo sa, forse, anche le due cose insieme verso la fine. Insomma una serata di inizio anno da chitarre e grappini. Si riparte bene dai.