Simone Scrivani | Il nuovo brano è… “Preciso”!

295
Preciso - Simone Scrivani

Nuovo brano per il giovane cantautore piacentino: da qualche giorno è uscita “Preciso” di Simone Scrivani

Anche stavolta Simone Scrivani (di cui avevamo parlato anche sotto Natale per al sua Buona Natale, per davvero però”. Ndr) si dimostra un artista che da un lato sa sprigionare la propria freschezza, dall’altro invece non lascia indietro la parte testuale, attenta e anche profonda.

Le parole di Simone Scrivani tra il nuovo singolo, l’ultimo periodo e quello che verrà…

Così vale anche per questo nuovo singolo, dal titolo “Preciso, che da qualche giorno abbiamo cominciato ad ascoltare. Per andare oltre il semplice ascolto però, abbiamo voluto parlare direttamente con lui, Simone, sia in ottica presente ma in quella futura…

Questo brano è dedicato a Piacenza e a questi mesi difficili. Come hai visto la nostra città in questo lungo periodo?

Ho visto una città stanca dalle continue chiusure e riaperture. Ragionevolmente stanca aggiungerei, non oso immaginare psicologicamente come molti di noi abbiano vissuto questo periodo totalmente nuovo, un salto nel vuoto lascia sempre dei segni. Però ho visto anche la voglia di riscattarsi di tantissimi. La voglia di inventarsi di nuovo da zero, la voglia di tornare a una nuova normalità. Questo ci ha sicuramente aiutato a superare un momento che storicamente, è stato uno dei più difficili vissuti. Ed è nata da questa forza l’ispirazione di dedicare una canzone alla mia città e alle persone che nonostante questa crisi covid, han trovato la forza di rimboccarsi le maniche per costruire questa nuova normalità.

Simone Scrivani - Preciso
Simone Scrivani

E per te, dal lato artistico, cosa ha lasciato momento che ci sta sembrando interminabile?

Ha cambiato totalmente il modo di lavorare nel mondo della musica. Le produzioni a distanza (con Simone Cutrì e Andrea Rocca) e i Live su tutto, un tempo eravamo abituati a trovarci in studio la sera fino a tardi a terminare le produzioni, ora da Graffiti (mio singolo uscito l’anno scorso) sono iniziate queste collaborazioni a distanza, che sono piuttosto difficili: di persona sicuramente si riesce a trasmettere meglio un messaggio. Son state difficili ma comprendo, necessarie. Con il chitarrista con cui ho avuto l’onore di collaborare per Preciso, Davide Bergamaschi, non ci siamo mai visti. Speriamo di poter recuperare quanto prima!

Vediamo nelle tue uscite una certa cadenza, è un percorso che stai seguendo o sono brani che invece “trovi sulla tua strada”?

È un percorso che sto seguendo che è iniziato qualche anno fa quando abbiamo iniziato a lavorare sul mio progetto discografico Origami. Ma come dicevamo prima, la musica si è dovuta reinventare, e così anche noi in Dancetool, abbiamo quindi deciso di iniziare a far uscire estratti del disco per poter dare sempre qualcosa di nuovo al pubblico.

Tornando al brano, è una canzone che ad orecchio è leggera, ma invece seguendo il testo, non è del tutto così. Come è uscito il testo, e che cosa ci vuole suggerire?

Dunque, parte del testo è nato estate scorsa ad Alassio quando io e mia cugina eravamo in vacanza ed è iniziato casualmente a venirci in mente questo motivetto che sarebbe poi stato il ritornello di Preciso. Volevamo omaggiare un nostro caro amico, Enrico (il ragazzo in copertina), che di fronte alle avversità esclama sempre “Preciso!”. Da lì l’idea è arrivata immediata: questo pezzo doveva essere per tutti noi, che davanti alle avversità in un qualche modo esclamiamo questo motto e non ci facciamo mai abbattere. Ho quindi cercato di scrivere un testo che ci rappresentasse un po’ tutti e che fosse attuale, le parole mi son venute fin da subito.

La produzione, seguita da Simone Cutrì e Davide Bergamaschi alle chitarre e basso, è stata subito direzionata verso una sorta di Hit estiva, un accompagnamento quasi da “spiaggia” che potesse accompagnare grigliate, aperitivi, festicciole, tutti gesti della nostra nuova normalità.

Come sempre abbiamo una domanda verso la fine quando vediamo diversi singoli…. ma un lavoro completo???

Arriva, arriva. Tempo al tempo! Avremo ancora un pezzo a fine estate (vi do questo spoiler: una collaborazione con Martina Zoppi), e poi mi dedicherò completamente al CD, sperando di poterlo presentare dal vivo il prima possibile senza il timore del Covid!

Summertime In Jazz