Stay Coop, stay Rock!

180

Dopo il Cuncertass e la festa dei Rebeldes, torna la musica alla Coop di Sant’Antonio. E come per le due feste precedenti, sabato 18 luglio, torna tanto rock. Stavolta è stata proprio la Cooperativa che ha deciso di mettersi in gioco in prima persona per dare vita e organizzare questo Rock the Coop, che possiamo considerare a tutti gli effetti un mini Cuncertass del 1° magggio.

La volontà della Coop di Sant’Antonio di creare questo evento è stata colta al volo dalla startup Leto e da Crows Event che in poche settimane hanno messo in piedi questa serata che, come ci hanno spiegato “vuole essere una festa dove si mangia, si beve e si ascolta della buona musica non di genere e non classista. Questo tramite 3 criteri che ci siamo posti: fare un festa che sia appetibile a tutti; dare spazio alla piacentinità; portare qualcosa anche da fuori”.

Seguendo questi criteri, sono stati scelti 5 artisti/gruppi che dalle 20.30 saliranno sul palco. Andiamo a scoprire quali sono:

Partiamo da chi comparirà più volte sul palco, ossia Erica Opizzi. Infatti con la sua voce, una delle più belle e armoniose di Piacenza, e la sua chitarra dal forte sapore folk- country, la Opizzi terrà 3 mini-concerti da 15 minuti durante i cambio palco. 

 

[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”3151″,”attributes”:{“alt”:””,”class”:”media-image”,”height”:”346″,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

 

Il primo gruppo arriva da Cremona e si chiamano “Jonathan Grass”. Già conosciuti nell’alternative rock, grunge, post grunge e stoner, è uno dei gruppi che “di là da Po”, negli ultimi tempi, sta ridando vita al movimento musicale cremonese riscuotendo un buon successo.

Con una voce femminile aggressiva e potente e sonorità hard/heavy rock, ma con tante sfumature soul e black, arrivano i Rockstar Frame. Quattro ragazzi milanesi con un bassista siciliano ma piacentino d’adozione. Per la prima volta arrivano a Piacenza per farsi conoscere.

Penultimi i Cisco & The Cockerels. Una “All star band” proveniente da Podenzano in cui troviamo diversi singoli che arrivano da altre esperienze, tutti portano il marchio dalla Crazy Sound. Ce li aspettiamo probabilmente vestiti in stile hawaiano o cose del genere. Passeranno da Jerry Lee Lewis, ai Ramones fino ai Clash. Tanta roba da cantare e da ballare.

In chiusura tornano a Piacenza gli X-Mary. Ormai possiamo definirli come uno dei gruppi storici delle nostre parti. Recentemente sono stati a Sound Bonico per presentare il loro ultimo lavoro chiamato “Cruditè” e tornano per portarci la festa che tutte le volte trasportano sul palco. Uno stile difficile da definire che passa dal punk al demenziale, dal rock a sonorità molto melodiche. Un gruppo ormai molto importante per il panorama “indie”. Particolarità della serata: il frontman Cristiano porterà anche un paio di casse del vino che produce. Proveremo anche quello.

 

[[{“type”:”media”,”view_mode”:”media_large”,”fid”:”3152″,”attributes”:{“alt”:””,”class”:”media-image”,”height”:”315″,”typeof”:”foaf:Image”,”width”:”480″}}]]

 

Prima e dopo i concerti ci sarà un dj-set in versione battle a cura di Crows e Cristiano degli X-Mary. A corredo di tutto ciò ci saranno diversi banchetti tra cui Libera, Arci Cremona, Arci “La Baracca” di Caorso, Emergency e un paio di banchetti dedicati all’hobbistica artigianale vintage.